Scuola, continuano gli scontri: a Milano 'irruzione' al Politecnico

Scuola, continuano gli scontri: a Milano 'irruzione' al Politecnico

Scuola, continuano gli scontri: a Milano 'irruzione' al Politecnico

MILANO - Giornata bollente sul fronte scolastico, nonostante il governo abbia ritirato il progetto di riforma dell'Università per affrontarlo in modo più compiuto nelle prossime settimane. A Milano le contestazioni degli anti-Gelmini hanno raggiunto il culmine con l'improvvisa incursione di alcuni studenti di Azione Universitaria durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico, che hanno interrotto il discorso del rettore Giulio Ballio.

 

Quattro studenti denunciati.  Sono quattro gli studenti dell'Istituto Magistrale Statale "Agnesi" di Milano denunciati dai carabinieri per "interruzione di pubblico servizio". I ragazzi, che hanno 17 e 19 anni, sono stati identificati stamane mentre, insieme con ad altri ragazzi, stavano facendo un 'picchetto' all'ingresso della loro scuola. In particolare a essere denunciati sono stati tre ragazze e un ragazzo, di cui due minorenni, dopo l'intervento richiesto dal preside dell'Istituto di via Tabacchi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Veltroni: se Governo sospende tagli, pronti al dialogo.  ''Vedo che il governo manifesta sull'Universita' una preoccupazione e una attenzione nuove rispetto a quanto ha mostrato sinora. Ne prendiamo atto. Ma, se il governo e' interessato ad aprire su questi temi un confronto in Parlamento questo sara' possibile solo a condizione che vengano sospesi e resi inefficaci i provvedimenti contenuti nella manovra finanziaria che impediscono, con tagli indiscriminati a scuola e universita', ogni intervento necessario per il rilancio del nostro sistema formativo ed educativo''. Lo afferma Walter Veltroni in una nota.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -