SCUOLA - In Commissione regionale il Programma triennale di edilizia scolastica

SCUOLA - In Commissione regionale il Programma triennale di edilizia scolastica

BOLOGNA - Parere favorevole - con i voti della maggioranza e il no dell'opposizione - della commissione "Turismo Cultura Scuola Formazione Lavoro Sport" alla Delibera di Giunta che definisce i criteri per la formulazione del programma triennale 2007-09 di edilizia scolastica, ai sensi della Legge 23/1996; una Legge rifinanziata con risorse statali dopo alcuni anni di interruzione (nella Finanziaria 2007 sono previsti 50 milioni di euro, 250 nel triennio). I finanziamenti avranno carattere paritetico: 1/3 lo Stato, 1/3 la Regione, 1/3 il Comune o la Provincia possessori dell'immobile.


I criteri prioritari per il finanziamento delle opere sono: adeguare le strutture esistenti alle normative in materia di sicurezza e agibilità, igiene e accessibilità; soddisfare il fabbisogno di aule conseguente all'aumento della popolazione scolastica; adeguare gli edifici ai processi di riforma degli ordinamenti e dei programmi scolastici; razionalizzare la distribuzione sul territorio della rete scolastica. La spesa minima ammissibile per gli interventi di messa a norma è di 150 mila euro (riducibili a centomila per gli interventi da realizzarsi nei comuni fino a 5000 abitanti o classificati montani) e 250 mila euro per le altre tipologie di intervento (riducibili a 200 mila). Verrà data priorità ai progetti immediatamente cantierabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Borghi (Ecodem), Leoni (FI), Renzi (AN), Pironi (DS), Lombardi (FI) e Lucchi (DS). Borghi ha sollecitato la Giunta affinché nelle prossime Finanziarie regionali siano impegnate più risorse per raggiungere la massa critica necessaria a questo processo di razionalizzazione; Leoni ha segnalato il rischio che la possibilità di costruire ex novo, qualora la messa a norma si riveli più costosa, possa offrire ai Comuni il grimaldello per speculazioni edilizie; Renzi ha chiesto di tenere conto del necessario riequilibrio sul piano dell'offerta dei servizi scolastici, poiché oggi nelle province di Rimini e Piacenza la situazione è nettamente sotto la media regionale; Pironi e Lucchi hanno chiesto di aggiungere ai criteri presenti nella Delibera una particolare attenzione alla bio-edilizia, alle nuove tecnologie di costruzione e al risparmio energetico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -