Scuola, la Regione lancia l'allarme: "Dal ministero risposte inadeguate ai bisogni"

Scuola, la Regione lancia l'allarme: "Dal ministero risposte inadeguate ai bisogni"

Scuola, la Regione lancia l'allarme: "Dal ministero risposte inadeguate ai bisogni"

"91 docenti in più assegnati dal Ministero alle scuole dell'Emilia-Romagna, rispetto ai 350 richiesti, sono una risposta gravemente inadeguata rispetto ai livelli di qualità che riteniamo necessari per le scuole dell'Emilia-Romagna". Così Patrizio Bianchi, Assessore regionale alla scuola, commenta la notizia sulle nuove assegnazione di docenti alle scuole dell'Emilia-Romagna per l'anno scolastico che partirà a settembre, tra mille polemiche fomentate anche dal mondo dei sindacati.


"Avevamo sostenuto con forza la richiesta di 350 nuovi docenti, avanzata dall'Ufficio Scolastico, soglia minima per far fronte ad una situazione di organici già in forte sofferenza. E' chiaro che il provvedimento assunto dal Ministero non è assolutamente adeguato a sostenere la qualità del sistema-scuola dell'Emilia-Romagna".

"Per questo già domani - conclude Bianchi - il Presidente della Regione Vasco Errani chiederà un incontro urgente al Ministro Gelmini per affrontare nel merito il complesso dei problemi relativi agli organici dei docenti delle scuole emiliano-romagnole".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -