Scuola, Minutillo (La Destra) difende gli studenti di piazza Navona

Scuola, Minutillo (La Destra) difende gli studenti di piazza Navona

Ho visto su YouTube il filmato relativo agli scontri avvenuti in Piazza Navona. Il filmato non consente dubbi. Si vedono chiaramente e senza ombra di dubbio gli studenti del Blocco Studentesco che parlano e affermano le loro ragioni ad una folla di giornalisti quando improvvisamente vengo presi d'assalto da un gruppo di studenti di sinistra armati di caschi e bastoni.

 

Si vede anche, come le forze dell'ordine intervenute nell'immediatezza provvedevano malmenare gli aggrediti, invece di difenderli, giungendo pure a procedere all'arresto di alcuni di loro.

Tutto ciò è indegno: per questo ho provveduto stamani a comunicare ai ragazzi del Blocco Studentesco di essere a loro disposizione per tutelarli ed assisterli in sede giudiziaria a titolo completamente gratuito. Non sono capace di rimanere insensibile al richiamo della Giustizia.

E' la storia italiana che si ripete sempre. Si mandano in piazza gli studenti, i più giovani, quelli animati giustamente dalla passione, rossa o nera che sia, per regolare in realtà i conti dei più grandi. Accadde nel '68, accadde nel '77, accadde negli anni '90. Accade ora. E come sempre a mestare nel torbido e ad orchestrare storie già viste ci sono sempre i media. Certi media che, incapaci di  fare il proprio mestiere e quindi di rendere la verità chiara come è il sole e soprattutto in crisi, forte crisi di vendite, forniscono ai lettori e quindi agli italiani tutti, una versione artefatta, faziosa, palesemente bugiarda ed ingiustificata.

 

E a conferma di quanto si afferma vi è proprio  il resoconto delle forze dell'ordine che, non si sa come mai, hanno fermato gli aggrediti e non gli aggressori "democratici".

E' proprio vero che la storia si ripete! La speranza è che però questa storia si fermi qui, perché se dovesse realmente ripetersi sarebbe una storia che sfocerebbe in violenza, sangue e lutti. E non si deve cadere in questa ennesima trappola che viene messa in azione ogniqualvolta la politica si trova in grosso affanno a causa delle gravi crisi economiche.

 

Ci spiace ma la Destra ha già dato. Anche troppo. Siamo l'unica forza politica che, in anni non troppo lontani, ha pagato in termini di sangue e caduti. Stavolta non ci stiamo e non cadremo nella provocazione stupida e assurda di chi ha come solo ed unico collante un antifascismo d'accatto, vittimista, qualunquista e perverso. Stavolta non ci stiamo al regime da staterello sudamericano che vuole imporre Silvio Berlusconi demonizzando la piazza e delegittimando chi si pone con idee differenti dalle sue e che vanno rispettate. 

 

Berlusconi deve imparare a capire che in Italia non ci sono solo i giovanotti di Forza Italia o di Azione Giovani, muti servitori del capo e veri e propri lacchè della politica, capaci unicamente di cantare a comando, pure felicemente, "Per fortuna che Silvio c'è"... I veri giovani sono altri, sono quei giovani che, appunto perché giovani, sono animati da un fremito indomito di passione quasi rivoluzionaria perché hanno la convinzione di poter cambiare il mondo e di non doverlo, solamente, subire. O peggio, di dover ubbidire ciecamente al delirio berlusconiano.

 

Francesco Minutillo

Presidente Provinciale La Destra Forlì Cesena

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -