Scuola, più di mille scrutini bloccati in regione per lo sciopero Cobas

Scuola, più di mille scrutini bloccati in regione per lo sciopero Cobas

Scuola, più di mille scrutini bloccati in regione per lo sciopero Cobas

BOLOGNA - "Con la seconda giornata di sciopero degli scrutini e di tutte le attivita' scolastiche in Sardegna e Umbria, si conclude oggi, con uno straordinario successo, il 'primo tempo' della lotta in difesa della scuola pubblica che ha coinvolto sette Regioni: lunedi' e martedi' ci sara' il 'secondo  tempo' con l'entrata in campo delle regioni piu' grandi e con il maggior numero di docenti e Ata". Cosi' in una nota Piero Bernocchi, portavoce nazionale Cobas.

 

I dati che vengono dalle prime sette regioni sono "entusiasmanti: almeno 4.000 scrutini bloccati (e in mancanza di dati dai piccoli centri ove non siamo presenti come Cobas), in gran parte nelle superiori, con picchi rilevanti a Bologna e Modena (quasi 1.000 scrutini bloccati) per l'Emilia Romagna, a Padova (300 blocchi) e Venezia per il Veneto che ne ferma quasi un migliaio, a Cagliari che, con circa 500 blocchi traina la Sardegna che raggiunge un migliaio di stop-scrutini.

 

Poi Umbria, Marche e Puglia, che ne fermano almeno un altro migliaio". Inoltre, spiega Bernocchi, "alle migliaia di scioperanti 'diretti', si sono aggiunti tanti/e docenti e Ata che partecipano versando in media 10 euro alle Casse di Resistenza per risarcire gli scioperanti della trattenuta. Infine, in varie scuole secondarie di primo grado e primarie, lo sciopero ha bloccato la consegna delle schede alle famiglie, e in molte localita' si sono svolte manifestazioni davanti agli Uffici Scolastici Provinciali o Regionali o iniziative eclatanti come l'occupazione della Torre degli Asinelli a Bologna". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -