SCUOLA - Risoluzione FI per estendere borse di studio regionali a studenti medie ed elementari

SCUOLA - Risoluzione FI per estendere borse di studio regionali a studenti medie ed elementari

BOLOGNA - I consiglieri del gruppo di forza italia, Luigi Giuseppe Villani, Gianni Varani, Marco Lombardi, Giorgio Dragotto e Antonio Nervegna, hanno presentato una risoluzione in cui si impegna la Giunta regionale a modificare quanto contenuto negli "Indirizzi triennali per il diritto allo studio per gli anni 2007-2008, 2008-2009 e 2009 -2010" (delibera dell'Assemblea legislativa n.136 del 24 ottobre 2007) per consentire, nei tre anni scolastici indicati, di finanziare borse di studio anche per gli studenti delle scuole elementari e medie, oltre a quelle già finanziate per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.


Nel documento si evidenzia che in virtù delle disposizioni di indirizzo contenute nella delibera citata (nella quale, per sostenere l'innalzamento dell'obbligo scolastico a 16 anni, si è deciso di concentrare il massimo delle risorse nei primi tre anni delle scuole secondarie di secondo grado) "nel bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna alle voci 'interventi per il diritto alla studio e all'apprendimento per tutta la vita', "il totale delle spese correnti di 5milioni e 200mila euro va a finanziare unicamente borse di studio per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado".


Contestualmente non si finanziano per nulla le borse di studio per le scuole elementari e medie, che invece fino all'anno scolastico 2006-2007 hanno ricevuto finanziamenti, per il fatto che, pur a fronte di minori spese rispetto a quelle sostenute per l'istruzione superiore, vi sono tuttavia numerose situazioni di famiglie in difficoltà economica con bambini in età scolare elementare e media. A sostegno di quanto contenuto nella risoluzione, i consiglieri fanno poi presente che il provvedimento di cui chiedono la modifica mette "in palese difficoltà" quelle amministrazioni comunali che ritenendo estremamente utile garantire il diritto allo studio a tutti i livelli e alla luce delle crescenti domande di ausilio da parte per la frequenza scolastica del primo ciclo, non hanno alcuna intenzione smettere di erogare il contributo per le borse di studio rivolte a studenti delle scuole elementari e medie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -