Scuola: un elenco regionale per i centri di servizi e consulenza

Scuola: un elenco regionale per i centri di servizi e consulenza

Un elenco regionale per certificare la qualità dei centri di servizi e di consulenza per le scuole. Lo ha deciso la Giunta della Regione Emilia-Romagna, che ha previsto standard minimi di funzionamento per l'attribuzione del riconoscimento.
Si tratta di soggetti (centri, associazioni, reti di scuole, ecc) che affiancano le istituzioni scolastiche nel processo di innovazione della didattica e di sviluppo dell'offerta formativa, attraverso la ricerca, la documentazione e la formazione.

In Emilia-Romagna il panorama dei servizi per la scuola è molto ricco e articolato. Da tempo si sono costituiti centri locali di supporto alle scuole, quasi tutti di vocazione pubblica, che si caratterizzano per specifici ambiti tematici o per l'attenzione alle diverse componenti del processo formativo.

Con il riconoscimento regionale, la Regione intende valorizzare le realtà esistenti, individuando i criteri e gli standard minimi di qualità che i centri devono possedere per rappresentare riferimenti certi per le autonomie scolastiche, per poter aderire alla rete regionale e per aumentare il livello di visibilità e di richiamo nei confronti delle scuole.
Fra gli standard minimi, si richiedono la disponibilità di documentazione, la programmazione annuale di attività formative, la pratica di collaborazioni con istituzioni scolastiche, università, altri enti di ricerca, ma anche elementi relativi alla struttura e alla organizzazione del centro.

Le domande dovranno pervenire entro le ore 13 del 14 aprile al Servizio Istruzione e Integrazione dei sistemi formativi (via A. Moro 38, Bologna) che curerà la stesura e la formalizzazione dell'elenco regionale dei centri.
Per maggiori informazioni e per scaricare il facsimile della domanda: www.scuolaer.it 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -