Sede 'di comodo' a San Marino, seimila imprese al confine dell'illegalità

Sede 'di comodo' a San Marino, seimila imprese al confine dell'illegalità

SAN MARINO - Un’inchiesta condotta dal Sole 24 ore conferma una sensazione diffusa. Sono migliaia le imprese con sede legale a San Marino ma che in realtà operano esclusivamente o quasi in Italia. Un esercito di circa seimila partite iva per un giro d’affari dichiarato di circa 10 milioni di euro che potrebbero finire nei guai se venissero sottoposte al controllo della Guardia di Finanza, poiché si troverebbero costrette a pagare le tasse non corrisposte al fisco italiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quella delle società sammarinesi che operano esclusivamente in Italia è una questione che getta ulteriore sale nella ferita che non si rimargina dei rapporti tra Italia e San Marino – spiega l’autorevole quotidiano economico -. E che da un lato vede l'Italia chiedere il venir meno del segreto bancario (a cui invece San Marino si aggrappa pur con la disponibilità a stilare una lista di casi in cui offrire collaborazione al Fisco italiano) e dall'altro deve fare i conti con le società anonime, veicolo attraverso il quale realizzare profitti facilmente occultabili a sistemi tributari diversi da quello sammarinese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -