Serie A, Inter-Cesena 3-2: la cronaca in diretta

Serie A, Inter-Cesena 3-2: la cronaca in diretta

Serie A, Inter-Cesena 3-2: la cronaca in diretta

MILANO - E' terminato 3-2 il match valido per la 16esima giornata del campionato di serie A, rinviato l'11 dicembre scorso per l'impegno dell'Inter nel Mondiale per club. I gol di Eto'o, Milito, Bogdani, Giaccherini e Chivu. Buon primo tempo del Cavalluccio che recupera due gol all'Inter anche grazie ai 10 minuti di rilassamento dei nerazzurri, convinti di essere già al sucuro dopo il 2-0 di Milito. Allo scadere del primo tempo il colpo di testa di Chivu per il parziale 3-2.

 

 

 

 

LA CRONACA IN DIRETTA

  

Primo tempo

Il Cesena parte molto contratto, forse tradito dall'emozione. L'Inter la schiaccia nella propria metà campo.

 

I nerazzurri si portano in vantaggio con Samuel Eto'o al 15esimo minuto di gioco grazie ad una splendida azione personale del camerunense, che ha battuto Antonioli con un diagonale alla destra del portiere bianconero.

 

Un minuto dopo il raddoppio dell'Inter. Il solito Eto'o ha conquistato palla a centrocampo, ha servito in profondità Pandev che ha messo in mezzo per il solissimo Milito che a porta vuota ha insaccato il 2-0.

 

L'Inter a quel punto ha iniziato a giocare un po' troppo sul velluto. Milito è uscito per infortunio al 20° e pochi minuti dopo Bogdani ha accorciato le distanze con un bel tiro di destro dopo aver stoppato la palla in area libero dalla marcatura di Lucio e Materazzi.

 

Poco dopo, al 29 minuto, il gol di Giaccherini: palla in profondità, Maicon tiene in gioco la ‘Pulce di Talla' che al volo di destro batte nuovamente Castellazzi.

 

Dopo alcune azioni pericolose dell'Inter, con protagonista sempre il solito Eto'o, l'Inter torna in vantaggio nell'unico minuto di recupero concesso dall'arbitro. Cross di Maicon dalla destra, stacco perfetto di Chivu che insacca alle spalle di Antonioli.

 

Secondo tempo

Avvio subito deciso del Cesena, che ci prova con Giaccherini. La Pulce cade al limite dell'area, per l'arbitro è simulazione e cartellino giallo. Il cesenate non protesta.

 

L'Inter attacca cercando di trovare il gol del 4-2, ma il Cesena si difende bene in particolare con Von Bergen e Benalouane, che riescono ad arginare un comunque straripante Eto'o. Nei nerazzurri malissimo Biabiany, in ombra Pandev: entrambi beccati dal pubblico.

 

Al 60' Inter di nuovo pericolosa: azione solitaria del solito Eto'o, la sua botta dal limite termina alta di 2 metri. Poco dopo contropiede dell'Inter, ma un inguardabile Goran Pandev spreca l'ennesima occasione. Su di lui piovono fischi da un pubblico che non l'ha mai completamente amato.

 

Il Cesena effettua il suo primo cambio al 63'. Esce Lauro per un problema muscolare, entra Dellafiore. Nei bianconeri buona partita di Parolo e Giaccherini.

 

Al 65° grande azione di Cambiasso sulla destra dopo uno scambio con Zanetti, palla al centro per Eto'o che calcia a botta sicura. Il siluro del camerunense mette a serio rischio l'incolumità della porta: traversa e palla che torna in gioco al limite dell'area.

 

Il Cesena torna a farsi vivo poco dopo con Jimenez. Il cileno parte dalla sua metà campo, arriva al limite dell'area e calcia. Palla fuori di un metro ma Castellazzi era sulla traiettoria.

 

Ficcadenti si rende conto che la sua squadra ha bisogno di più qualità a centrocampo. Fuori quindi Sammarco, autore comunque di un buon match, e dentro Caserta.

 

Il Cesena continua ad essere in partita grazie anche a Pandev, che continua a sbagliare tutto ciò che gli capita tra i piedi. Il pubblico del Meazza continua a fischiarlo. Poco dopo bella azione tra il macedone e Maicon, tra i migliori in campo, che calcia di sinistro da dentro l'area di rigore ma Antonioli para senza difficoltà.

 

Al 73° viene espulso Giaccherini. Il numero 23 del Cesena parte in fuorigioco (molto dubbio), non si ferma al fischio dell'arbitro e calcia in porta. L'arbitro estrae il secondo cartellino giallo e lo espelle. Decisione quantomeno discutibile dell'arbitro.


Leonardo invece 'espelle' Biabiany, entrato al 20° al posto di Milito. Pessima la prestazione del giocatore nerazzurro, che lascia il posto a Obi per dare quantità al centrocampo dell'Inter. Forse sarebbe potuto uscire anche Pandev, che è riuscito a fare peggio del francese. Al 78' si mangia un altro gol su assist di Obi. E il pubblico, ovviamente, non lo perdona.

 

Ficcadenti si gioca tutto: fuori Jimenez e dentro Budan per un 4-3-2. E proprio Budan ha per due volte la palla del pareggio. Prima mette tra le braccia di Castellazzi da 5 metri dopo una confusa azione in mezzo al campo, poi calcia di poco a lato da posizione decentrata. Il Cesena dimostra comunque di essere una squadra viva. In 10 contro 11 mette alle corde l'Inter campione d'Italia, d'Europa e del Mondo.

 

Leonardo a 5 minuti dalla fine sembra il miglior Trapattoni: fuori una punta (Pandev) dentro un altro difensore, Cordoba. Pandev esce comunque tra i tiepidissimi applausi del Meazza. L'Inter gioca a 5 in difesa.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Cesena finisce in attacco nei tre minuti di recupero. L'Inter è palesemente sulle gambe, i bianconeri sembrano la 'grande' e l'Inter la provinciale che si difende nonostante l'uomo in più. Budan ci prova da fuori area, palla altissima. E' forse l'ultima occasione per i bianconeri, che hanno comunque dimostrato di tenere testa a una delle squadre più forti del mondo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -