Serie A, verso Cesena-Palermo. Lo spauracchio si chiama Pastore

Serie A, verso Cesena-Palermo. Lo spauracchio si chiama Pastore

Javier Pastore (foto tratta dal web)

CESENA - Una vittoria, quella prestigiosa contro la capolista Lazio, e un pareggio contro il Parma nelle ultime nove partite. Quattro miseri punti in due mesi, su un totale di 27 disponibili. Con il peggior attacco del campionato (8 reti) insieme a Lecce e Parma. Se non è crisi poco ci manca. Ma la squadra di Ficcadenti cerca di scuotersi contro il Palermo di Delio Rossi e di Javier Pastore, autentico eroe del derby vinto domenica contro il Catania per 3-1, nel quale il ‘flaco' ha realizzato una tripletta.

 

Per il Palermo un andamento altalenante. Nelle ultime sette gare disputate neanche un pareggio: 4 vittorie e 3 sconfitte, l'ultima per 3-1 in casa della capolista Milan. I rosanero sono settimi in classifica con 17 punti, frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte.

 

Anche in trasferta il ruolino di marcia della squadra di Rossi è altalenante. Capaci di perdere a Brescia ma di vincere a Torino contro la Juventus, di perdere senza attenuanti a Udine e vincere poi a Firenze contro i viola.

 

Il bilancio tra le due formazioni in casa Cesena parla a favore dei bianconeri. L'ultima vittoria del Palermo risale infatti alla stagione 1979/1980, quando le squadre militavano in serie B (Cesena-Palermo 0-2). Al Manuzzi il Cesena ha conquistato, su 19 scontri diretti con i rosanero, 11 vittorie (l'ultima in Coppa Italia serie C nel 1997/1998, 2-0), 6 pareggi (l'ultimo in Coppa Italia nel 99-00, 1-1) e 2 sole sconfitte.

 

Anche il bilancio totale vede favoriti i bianconeri: su 35 partite giocate complessivamente, 14 vittorie del Cesena, 13 pareggi e 8 sconfitte.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Vince il Palermo 0-2, reti di Miccoli e Ilcic. Dopo il match verrà esonerato Ficcadenti. Ad ogni modo non mangerà il panettone..

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -