Serie B senza diritti tv? Arriva l'offerta del canale a luci rosse

Serie B senza diritti tv? Arriva l'offerta del canale a luci rosse

''Per la Serie B e la Coppa Italia confermiamo il nostro vivo interesse. Del resto sembra che l'unica offerta concreta che non prevede alcun costo per i club sembra essere la nostra”. Lo dichiara l’amministratore della tv satelittare e digitale terrestre “Conto Tv”, nota per essere una televisione dai contenuti pornografici. Dunque la serie B potrebbe finire ripresa sulle frequenze di una tv a luci rosse. Sarebbe un epilogo emblatico della situazione del calcio italiano.


Eppure al momento appare la soluzione più praticabile per superare la fase di stallo che si è creata per l’assegnazione dei diritti tv, dopo che i club della serie inferiore hanno espresso parere negativo alla proposta avanzata da Sky, che prevede la tramissione delle partit in pay-per-view e il 95% degli introiti nelle casse delle società.


Ora tutti gli occhi sono puntati sulla Rai, per evitare che la B finisca sul canale pornografico “Conto Tv”. Stefano Fantinel, presidente della Triestina, ha rilanciato a nome delle società cadette una provocazione alla tv di stato. “Chi paga il canone deve avere dei servizi. E quindi la Rai, che per giunta registra tutte le partite, potrebbe veramente fare una proposta seria ed efficace”.


Intanto da Conto Tv l’amministratore delegato Marco Crispino conferma l’interesse per l’acquisizione dei diritti tv; ma a quanto pare la proposta non viene presa in seria considerazione. “Sembra che l'unica offerta concreta che non prevede alcun costo per i club sembra essere la nostra – afferma l’amministratore dell’emittente - e siamo quindi speranzosi di incontrare il gradimento delle società di calcio anche se la Lega continua a non rispondere alle nostre offerte".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -