Serie D, impresa del Forlì. Il Teramo capolista cade in casa

Serie D, impresa del Forlì. Il Teramo capolista cade in casa

Serie D, impresa del Forlì. Il Teramo capolista cade in casa

FORLI' - Il nono risultato utile consecutivo per il Forlì coincide con il primo ko stagionale del Teramo davanti al caloroso pubblico amico (dove aveva conquistato sette vittorie ed un pareggio), degno delle categorie superiori. Il 5 dicembre 2010 sarà una data che entrerà nella storia recente della società biancorossa, a tal punto da far dire al vice presidente Castellucci che quella di Teramo è stata "la più grande soddisfazione da quando sono nel mondo del calcio".

 

Quello conquistato a Teramo è un risultato inaspettato ma meritato quanto meno sotto il profilo della disposizione del sacrificio della squadra. Eppure la giornata non era cominciata nel modo migliore: alla lista già lunga di indisponibili (Fantini, Vanigli, Morritti, Salvetti, Chicco) si è aggiunto dopo venti minuti capitan Sozzi, costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Il primo tempo è stato equilibrato, con Forlì pericoloso solo con Pezzi.

 

I padroni di casa hanno chiamato agli straordinari Piagnerelli. Nella ripresa il Teramo ha spinto sull'acceleratore, costringendo i romagnoli sulla difensiva.Borrelli, Orta e Gambino hanno creato occasioni a raffica, costringendo Piagnerelli ancora una volta a diversi interventi prodigiosi. Ma la squadra di Attilio Bardi non è capitolata, trovando addirittura il vantaggio con un sinistro di Petrascu, bravo ad approfittare di un'indecisione dei centrali del Teramo su assist di Pezzi.

 

Per l'attaccante romeno è stata la sua prima gioia in campionato. Il Teramo non si è arreso, continuando a macinare gioco e a trovare al 78' il pareggio con un'incornata di Mario Orta su cross di Borrelli.Il Forlì, nonostante il pubblico contro, ha trovato il raddoppio all'84' con un clamoroso di Mordini che si è infilato sotto la traversa. Al goal sono piovuti insulti per i dirigenti biancorossi, colpevoli di aver gioito per il gol della propria squadra.

 

L'assedio finale del Teramo non ha prodotto gli esiti sperati per i padroni di casa. Dopo 5' di recupero l'arbitro fischia la fine: il Forlì è la prima squadra della stagione ad esser riuscita ad espugnare lo stadio di Teramo, cogliendo così il 9° risultato utile consecutivo e mantenendo (unica nel girone) l'imbattibilità esterna. Mercoledì al Morgagni arriva il Rimini secondo in classifica proprio a tre punti dal Teramo.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -