Sette italiani su dieci muoiono di stress

Sette italiani su dieci muoiono di stress

Lo stress uccide sette italiani su dieci. E' quanto emerge da uno studio dell'università La Sapienza di Roma realizzato in collaborazione con l'Aisic (Associazione italiana contro lo stress e l'invecchiamento cellulare). Un disturbo che colpisce tutti, indistintamente. L'Aisc ha sottolineano che le malattie generate dallo stress sono cronico degenerative e includono patologie cardiovascolari, tumori, broncopolmonite croniche ostruttive, cirrosi epatica e malattie intestinali.

 

Oltre a mettere a rischio la vita dei cittadini, lo stress è anche causa di ipertensione, che colpisce il 25% degli italiani, circa 15 milioni di persone; una percentuale che raggiunge l'80% se si considerano gli "over 65". Una conseguenza dello stress è anche la depressione, che aumenta tra i più giovani e colpisce il 15-20% degli italiani. Solo al 18% di questi viene fornita una terapia appropriata. Inoltre sei depressi su dieci non vengono diagnosticati come tali dai medici.

 

L'associazione ha inoltre ricordato che un cittadino su tre è ansioso e uno su cinque si rivolge allo psichiatra mentre 12 milioni e mezzo di italiani fanno uso di ansiolitici. I disturbi del sonno riguardano il 14% della popolazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -