Sevizie e abusi su minori a Rignano Flaminio, nel mirino nuovi nomi

Sevizie e abusi su minori a Rignano Flaminio, nel mirino nuovi nomi

ROMA - Prosegue l'inchiesta della Procura di Velletri nell'ambito delle violenze sessuali subite dai minori che si consumavano nella scuola elementare e materna di Rignano Flaminio, vicino Roma, e nel quale sono finite in manette tre maestre di una scuola materna ed elementare, il marito di una delle donne (noto autore televisivo), una bidella e un cittadino di nazionalità extracomunitaria che lavora in un distributore di benzina del paese. I Carabinieri di Bracciano, che indagano sul caso, non si sbilanciano, ma a quanto pare sembra che nel registro degli indagati finiranno altri nomi.

A confermare l'indiscrezione il Gip Tamburelli che sta raccogliendo ed analizzando tutte le denunce presentate a partire dall'agosto 2006 dai genitori degli alunni della scuola materna ''Olga Rovere''. I bambini che hanno subito abusi sessuali e persino narcotizzati hanno rappresentato le sevizie subite tramite disegni. Ciò che mancano sono le riprese che effettuavano le maestre stesse nel corso delle violenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In due bambine sono state trovate tracce di benzodiazepine e sedativi ipnotici nei capelli che venivano somministrati da un maestra sin dal 2004, ma quest'ultima assieme al marito (noto autore televisivo) hanno sempre smentito davanti al pm. Secondo le indiscrezioni telefoniche la donna avrebbe acquistato i medicinali in una farmacia fuori paese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -