Shock a Roma, in coma e legata alla barella da 4 giorni

Legata ad una barella con delle lenzuola. E' il caso di una signora di 59 anni, ricoverata in coma Policlinico Umberto I di Roma. All'ospedale "la situazione è intollerabile, totalmente indecente", hanno commentato i senatori Domenico Gramazio (Pdl) e Ignazio Marino (Pd)

Ignazio Marino (credit TM News/Infophoto)

Legata ad una barella con delle lenzuola. E' il caso di una signora di 59 anni, ricoverata in coma  Policlinico Umberto I di Roma. All'ospedale “la situazione è intollerabile, totalmente indecente”, hanno commentato i senatori Domenico Gramazio (Pdl) e Ignazio Marino (Pd) dopo il blitz effettuato senza preavviso al nosocomio lunedì. I due parlamentari hanno si sono recati anche al San Camillo e al San Giovanni.

Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha disposto l'invio d'urgenza di una visita ispettiva mentre i due senatori hanno annunciato denuncia alla Procura della Repubblica. La signora è in coma da tre giorni dopo un trauma cranico causato da una caduta in casa. Gramazio e Marino hanno osservato come la donna avesse "solo la flebo con l'acqua fisiologica" e "i sanitari ci hanno spiegato che erano in attesa, da un minuto all'altro, di poterla trasferire in un altro reparto per darle assistenza".

"Era stata legata con delle lenzuola mani e piedi alla barella", ha aggiunto Marino, per evitare cadute, visto che il letto è senza sponde. Il direttore del Dea del Policlinico Umberto I, Claudio Modini, ha osservato come i due senatori abbiano “verificato un fenomeno noto da anni, quello dei grandi ospedali in cui i pazienti aspettano per ore, o per giorni, un ricovero”. Una nota dell'ospedale ha informato che la paziente, in attesa di un posto letto, era assicurata alle sbarre della barella per evitare il pericolo di una caduta.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -