Si è spento il cardiochirurgo Marcelletti

Si è spento il cardiochirurgo Marcelletti

Si è spento il cardiochirurgo Marcelletti

ROMA - Si è spento all'ospedale San Carlo di Nancy a Roma il cardiochirurgo Carlo Marcelletti. Il cardiochirurgo di fama internazionale, 64 anni, sarebbe stato stroncato da un malore cardiaco ed il suo cuore si è spento nel primo pomeriggio di mercoledì. I familiari hanno preferito non diffondere subito la notizia. La carriera di Marcelletti è legata al primo trapianto di cuore eseguito in Italia il 10 febbraio del 1986 su di un bambino di Roma, Ivan di Fratta.

 

Laureatosi in Medicina e chirurgia all'Università Cattolica di Roma, nel 1975 si è specializzato in cardiochirurgia pediatrica alla Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota. Tre anni più tardi ha fondato e diretto il centro di cardiochirurgia pediatrica dell'Accademisch medisch Centrum di Amsterdam. Dopo esser tornato in Italia, nel 1982 è diventato primario cardiochirurgo del dipartimento medico chirurgico dell'ospedale Bambin Gesù di Roma.

 

Marcelletti si è poi trasferito a Palermo dove operava presso la Divisione di Cardiochirurgia Pediatrica dell'ospedale Civico. Nel maggio del 2000 coordinò, con la collaborazione del collega William Norwood della Dupont Foundation di Philadelphia, l'equipe di medici che cercò di separare due gemelle siamesi di origine peruviana. Il tentativo non riuscì.

 

Nel maggio del 2008 il cardiochirurgo è stato coinvolto in alcune vicende giudiziare legate alla sua attività professionale che lo hanno portato agli arresti domiciliari a Palermo. Nel novembre scorso aveva lasciato l'attività all'ospedale Civico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -