Sicurezza sul lavoro, 133mila infortuni nel 2006

Sicurezza sul lavoro, 133mila infortuni nel 2006

Emilia-Romagna seconda solo alla Lombardia per numero di infortuni sul lavoro, ma con cifre in calo. Nel 2006, l’andamento degli incidenti sul lavoro (-1,7% rispetto al 2005) e quello delle morti bianche (-13,2%) nella nostra regione, sembra mostrare un miglioramento della sicurezza sul lavoro, ma i numeri rimangono tra i più alti in Italia: 133.232 gli infortuni denunciati all'Inail nel 2006, pari al 14,4% del totale nazionale. Crescono gli infortuni tra gli atipici (+17,5%).


I dati emiliano-romagnoli sono contenuti nel Rapporto regionale dell'Inail sulla sicurezza sul lavoro. La controtendenza per quanto riguarda le morti bianche e gli inforni, rispetto al dato nazionale (+2,2% per le morti bianche), è però accompagnata dalla crescita, in Regione, degli incidenti che coinvolgono lavoratori stranieri (+1,7%) e lavoratori atipici (+17,5%).


A queste cifre in crescita si aggiunge anche l'aumento delle malattie professionali (+12%). Incrementi che, però devono essere letti anche alla luce dell’alto tasso d’occupazione dell’Emilia-Romagna (69,4% nel 2006), il maggiore d’Italia, con un milione 900 mila occupati secondo l’Istat (+2,5% rispetto all’anno precedente).


Il maggior numero di infortuni, l’anno scorso, è stato registrato nel settore delle costruzioni (12,860 incidenti denunciati all’Inail). A seguire ci sono i trasporti (con 9.424 denunce) e l’industri dei metalli (8.190). Nell’agricoltura, invece, c’è stato un calo del 2,9%, anche se, a livello nazionale, questa diminuzione supera il 5%.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -