Sicurezza, Vasco Errani: "Porte chiuse alla crimainlità e tolleranza zero"

Sicurezza, Vasco Errani: "Porte chiuse alla crimainlità e tolleranza zero"

Sicurezza, Vasco Errani: "Porte chiuse alla crimainlità e tolleranza zero"

"Porte chiuse alla criminalità" è il titolo del corsivo che il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, ha pubblicato oggi sul proprio sito Internet (www.presidenterrani.it). "Deve essere chiaro che in Emilia-Romagna non c'è spazio nè tolleranza per chi creda di poter agire violando le leggi - assicura Errani - . Per noi la legalità nell'economia e il contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata sono un elemento insieme di civiltà, di coesione sociale e di competitività del nostro sistema".

 

In seguito ai recenti fatti di cronaca che hanno evidenziato il pericolo di un radicamento di organizzazioni criminali sul territorio emiliano-romagnolo, il governatore manifesta i propri "complimenti agli inquirenti e alle forze dell'ordine che si stanno rendendo protagonisti di efficaci azioni di contrasto alla malavita".

 

"La nostra terra, tradizionalmente estranea a questi fenomeni, deve saper reagire a ogni livello per produrre importanti risultati - afferma Errani -. La tendenza deve essere affrontata a viso aperto, senza negare i problemi o sottovalutare i segnali d'allarme, nel rispetto della piena autonomia della magistratura e delle forze dell'ordine ma facendo ciascuno la propria parte".

 

"La Regione Emilia-Romagna da tempo ha scelto di utilizzare ogni competenza normativa per combattere i fenomeni di infiltrazione mafiosa e camorristica, il lavoro irregolare, l'usura, i comportamenti illegali in particolare in settori come l'edilizia - osserva Errani -. A novembre abbiamo siglato un protocollo d'intesa con le Prefetture dell'Emilia-Romagna per gli appalti pubblici e di seguito approvato una nuova normativa che punta a valorizzare le imprese virtuose rimuovendo i comportamenti illegali, aumentando i controlli nei cantieri anche con l'utilizzo di tecnologie informatiche necessarie per segnalare appalti nei quali possono annidarsi fenomeni criminali, lavoro irregolare e usura".

 

"Tra l'altro, stiamo per creare un sistema che ci permetterà di evidenziare immediatamente gli appalti anomali e siamo al lavoro su un nuovo testo di legge regionale - spiega Errani -, che consentirà anche di realizzare un Osservatorio permanente sul fenomeno criminale e un meccanismo che permetta ai Comuni di utilizzare al meglio i beni confiscati alla mafia".

 

"Ognuno deve quindi adoperarsi perché la cultura della legalità continui a essere un tratto forte della nostra identità - scandisce il presidente -, specie in una situazione come quella attuale, caratterizzata da una crisi economica diffusa, in cui i comportamenti criminali rischiano di alterare gravemente il mercato e la libera concorrenza".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di TEX
    TEX

    Peccato che la predica venga da chi ha scavalcato le leggi per essere rieletto e non abbia di fatto applicato una limitazione che è volta propio a limitare le collaborazioni illegali fra persone della gestione pubblica e certe infiltrazioni.Complimenti un'autogoal che dimostra la completa mancanza di rispetto per le leggi del paese. Destra e sx per le poltrone ed i benefici che ne conseguono sono sempre uguali. Ecco come mai anche il sinistroide Vasco Errani si guarda bene da abolire tutti i favori di cui gode la casta politica anche sè a livello regonale potrebbe. Complimenti ancora e vergognati.

  • Avatar anonimo di samigidi2
    samigidi2

    Buffonate! Venga a vedere cosa succede a Forlì con i cinesi che lavorano nei e per i poltronifici a € 3 all'ora e che reinvestono i proventi nell'acquisto di esercizi pubblici pagati in contanti e provi ad occuparsene veramente, non con i proclami!!!!! E nella vallata del rubicone per quanto riguarda il calzaturiero e a Modena e Cesena per le confezioni!!Aziende in regola che chiudono e dipendenti a casa, aziende cinesi che lavorano di notte!! Bel quadretto no? Per quanto riguarda i cittadini, nemmeno esporsi andando in prima persona dal prefetto è servito a qualcosa!!!! Buffoni!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -