Smog, il 28 febbraio in Val Padana si va a piedi

Smog, il 28 febbraio in Val Padana si va a piedi

Smog, il 28 febbraio in Val Padana si va a piedi

MILANO - Stop alle auto contro lo smog domenica 28 febbraio in tutti gli 80 comuni della Pianura Padana. "Non c'è stata alcuna voce discorde" ha detto il sindaco di Torino Sergio Chiamparino, presidente di Anci. Il blocco del traffico, con orari variabili da comune a comune, sarà in vigore nella fascia dalle 9 alle 17. Chiamparino ha lanciato anche la proposta di chiedere al governo una sovratassa sui pedaggi di autostrade e tangenziali per i veicoli più inquinanti.

 

IL VERTICE - Tra i primi cittadini presenti, oltre ai due promotori Sergio Chiamparino da Torino e Letizia Moratti da Milano, hanno partecipato al tavolo i sindaci di Alessandria, Lodi, Sondrio, Piacenza e Rovigo. Oltre una ventina i sindaci dell'hinterland milanese e molti anche i tecnici e gli assessori in trasferta dai vari comuni di Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. All'incontro hanno partecipato anche i rappresentanti dei comuni di Belluno, Venezia, Verona, Treviso, Padova, Mantova, Bergamo, Asti, Cuneo, Novara, Bologna, Ferrara, Forlì e Rimini.

 

L'ACCORDO DEI COMUNI - Il comitato si è proposto di portare avanti iniziative condivise contro l'inquinamento e al tempo stesso sottoporre proposte a Governo, Regioni e Province per stabilire strutturali e reperire risorse. Fra queste, si legge nel documento di costituzione del comitato di coordinamento, la richiesta al governo di permettere ai Comuni di investire risorse escludendo dal Patto di stabilità gli investimenti per la lotta ai cambiamenti climatici e per riduzione delle emissioni inquinanti.

 

LA PROPOSTA - "Come comitato dei Comuni del Nord suggeriremo al governo una piccola sovratassa sul pedaggio delle autostrade e delle tangenziali da distribuire ai Comuni e vincolate a investimenti per l'ambiente", ha dichiarato Chiamparino. Il presidente di Anci ha poi aggiunto che la sovratassa potrebbe non essere applicata ai veicoli a impatto zero, quindi a metano, Gpl o elettrici. Dalla riunione, ha concluso Chiamparino, è emersa l'intenzione dei sindaci riuniti in un coordinamento di proporre al governo "un piano che mette insieme mobilità ed energia in grado di incentivare i comportamenti ecologicamente sostenibili".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -