Smog, il pm10 si abbassa ovunque tranne a Forlì e Faenza

Smog, il pm10 si abbassa ovunque tranne a Forlì e Faenza

Smog, il pm10 si abbassa ovunque tranne a Forlì e Faenza

Traffico, scuole chiuse ed alberi spezzati. Sono i molteplici disagi causati dall'abbondante nevicata che martedì ha interessato tutta la Romagna. Tuttavia la forte ondata di maltempo è servita a spazzar via a macchia di leopardo lo smog dalle città, alle prese con le polveri sottili pm10 oltre i livelli di soglia da oltre due settimane a questa parte. A Rimini i valori sono scesi a 49 microgrammi per metro cubo, lievemente sotto la linea rossa di 50.

 

A registrarli sono state le centraline Arpa di via Abete e Marecchia. Numeri, nella norma, anche a Ravenna: alla stazione di via Padre Genocchi il valore misurato è stato di 43 microgrammi per metro cubo, 48 in via Caorle e 50 in via Rocca Brancaleone. Maglia nera, a Forlì e Faenza, uniche città dove il pm 10 si è mantenuto oltre il limite di legge. Le centraline manfrede di via della Morazza e viale Marconi hanno misurato valori di particolato pari a 51 e 57 microgrammi per metro cubo.

 

A Forlì le stazioni Arpa di viale Spazzoli e viale Roma hanno registrato valori rispettivamente di 62 e 55 microgrammi per metro cubo. In generale, dall'inizio dell'anno l'agglomerato urbano di Forlì-Cesena si è già "giocato" 17 bonus sui 35 annuali concessi per gli sforamenti del PM10, e questo senza neanche vedere il termine del primo mese del 2010. Stesso numero per Rimini, mentre va "meglio" a Ravenna e Faenza dove gli sforamenti sono stati 13 e 14.

 

Insomma, nonostante i continui provvedimenti al traffico, le polveri sottili rimangono su un livello di guardia molto alto. Non resta che confidare nel cielo, che tenderà nuovamente al brutto per l'arrivo di una perturbazione direttamente dall'Artico con il suo carico di pioggia, neve e vento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -