Sogliano: stalking nei confronti del vicino, rinviato a giudizio

Sogliano: stalking nei confronti del vicino, rinviato a giudizio

Sogliano: stalking nei confronti del vicino, rinviato a giudizio

CESENA - Rinvio a giudizio per Fabio Tonelli, il riminese di 35 anni arrestato nel marzo scorso per stalking dopo aver continuamente perseguitato il vicino di casa con telefonate minatorie (anche 200 al giorno). Lo ha disposto il giudice del tribunale di Forlì, Giovanni Trerè, su richiesta del pubblico ministero Fabio Di Vizio. Tonelli, da qualche mese ricoverato in un manicomio giudiziario di Castiglione delle Stiviere, perché ritenuto socialmente pericoloso.

 

A quanto pare il 35enne sarebbe affetto da un disturbo della personalità di tipo paranoide narcisistico che, in situazioni di stress, lo spingono a condotte fuori controllo. Tonelli dovrà anche rispondere dell'accusa di tentata estorsione, minacce, molestie, violazione di domicilio, lesioni con l'utilizzo di un'arma impropria, furto e atti osceni.

 

Secondo gli inquirenti, Tonelli avrebbe tentato di investire il vicino di casa, un riccionese proprietario di un'abitazione a Bagnolo di Sogliano. Il 35enne, inoltre, avrebbe provocato danneggiamenti di ‘cose' per 35mila euro. Nel mirino dell'indagato sono finite le mura esterne, le finestre e suppellettili dell'abitazione del "rivale". Tonelli è difeso dall'avvocato a Fabiomassimo Del Bianco. Mentre la parte lesa è difesa dall'avvocato Stefano Caorli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -