Solarolo, casello autostradale: aree industriali a prezzi vantaggiosi

Solarolo, casello autostradale: aree industriali a prezzi vantaggiosi

Solarolo, casello autostradale: aree industriali a prezzi vantaggiosi

SOLAROLO - A passi spediti verso la realizzazione del casello autostradale di Solarolo. Il 28 marzo scorso è stato approvato il progetto prelimirare, realizzato dalla Società Autostrade per l'Italia, che si farà carico dei costi per la realizzazione dell'opera: uno svincolo che si immetterà sulla S.P. Borello, nelle campagne fra Solarolo, Castel Bolognese e Bagnara. Entro fine anno la Conferenza dei Servizi dovrà approvare il progetto definitivo.

 

Dopodiché l'opera verrà finanziata e all'inizio del 2013 dovrebbero iniziare i lavori. In attesa dei successivi passaggi istituzionali il sindaco di Solarolo, Fabio Anconelli, sta cercando di stringere i tempi per portare nella zona ove sorgerà lo svincolo i necessari allacciamenti dell'acqua, del gas e della rete fognaria. «A Hera servono 4,5 milioni di euro per effettuare questi lavori - spiega Anconelli - Hera si è detta disponibile a realizzarli, ma naturalmente vuole avere garanzie di rientro per questo importante investimento.

 

Perciò, per reperire fondi in tempi rapidi, abbiamo stabilito delle tariffe incentivanti per l'acquisto di terreni sull'insediamento industriale di 105 ettari che sorgerà nell'area Castelunuovo, attorno al nuovo casello autostradale. Per i primi 60 ettari il prezzo sarà infatti molto vantaggioso, di 3,50 euro al metro quadro, mentre per i restanti 45 ettari verrà quasi raddoppiato, portandolo a 6,30 euro. Con questa operazione vogliamo spingere gli investitori a ragionare sul futuro dell'area prima che arrivi il casello, per non ritrovarci impreparati. I primi che dichiareranno l'intenzione di investire sulle infrastrutture legate ai servizi godranno di una tariffa vantaggiosa, senza considerare l'aumento di valore del terreno una volta attrezzato».

 

L'amministrazione comunale ha già contattato i proprietari - circa una decina - dei terreni interessati all'iniziativa. «Abbiamo ricevuto alcune prime buone risposte, che ci spingono a procedere in tempi rapidi, anche perché Hera ha tempo fino al 30 giugno per inserire nel proprio bilancio 2012 i quattro milioni e mezzo di euro necessari per Castelnuovo, evitando che l'intervento slitti al 2013».

 

Hera dovrà stendere diversi chilometri di tubature: l'impianto idrico verrà allacciato al nuovo potabilizzatore di Castel Bolognese, distante cinque chilometri dal luogo in cui sorgerà il casello autostradale; quello del gas verrà agganciato ad una conduttura già esistente, a quattro chilometri di distanza; infine l'impianto fognario dovrà passare sotto al fiume Senio per arrivare al depuratore imolese di San Prospero.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una bella certezza, per ora, è che l'area industriale di Castelnuovo avrà un basso impatto ambientale: «Vi si potranno insediare soltanto imprese manufatturiere ecologicamente compatibili - dice Anconelli - Lo abbiamo deciso sia per tenere fede alla politica ambientale dimostrata anche sulla questione del biodigestore, sia perché il manifatturiero può garantire un rilancio concreto dal punto di vista occupazionale».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -