Spacciava marijuana nel cesenate, arrestato pusher cervese

Spacciava marijuana nel cesenate, arrestato pusher cervese

Spacciava marijuana nel cesenate, arrestato pusher cervese

CESENA - Stava per preparare oltre 5mila dosi di marijuana da immettere sul mercato cesenate. Alle sue tasche avrebbe fruttato circa 10mila euro. Al termine di un'attività indagine finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri di Cesena hanno arrestato un incensurato 39enne residente a Cervia. Maurizio Ugolini è stato bloccato lungo la via Cervese, la strada che collega Cesena con Cervia, dopo aver incontrato i propri ‘clienti'.

 

Le manette sono scattate martedì. Gli uomini del Nucleo Radiomobile, che lo tenevano sotto controllo, l'hanno bloccato dopo aver rifornito alcuni avventori nella zona dell'ippodromo, normalmente frequentata da pusher e assuntori di droghe. Con sé aveva una modesta dose di ‘fumo' e denaro, ritenuto provento dell'attività di spaccio.

 

Successivamente hanno proceduto alla perquisizione della sua abitazione a Cervia. Qui è stato rinvenuta un pianta di marijuana. La calda stagione estiva e le scarse precipitazioni gli hanno consentito di ricavare circa un chilo e duecento grammi di droga. Lo stupefacente, contenuto in appositi pacchetti, è stato rinvenuto occultato nel garage della casa. Sequestrati anche 2mila euro.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Processato per direttissima dal tribunale di Ravenna è stato condatto dal giudice a due anni ed otto mesi di reclusione e ad un sanzione di 12mila euro. Attualmente è detenuto in regime di arresti domiciliari nell'abitazione cervese del padre.

Commenti (2)

  • beata ignoranza si dice.. ma fino a 4 anni di pena non si finisce in galera ma bensì ai domiciliari; e caro il mio sapientone sai perchè???? Semplice le carceri italiane sono sovraffollate da gente che a commesso piccoli reati;come questo;e chi dovrebbe starci veramente fa la bella vita e ci GOVERNA... Inoltre siamo noi con le tasse a mantenere questi piccoli criminali che per lo più delinquono per far mangiare la propria famiglia.. posso solo dirti SVEGLIA COGLIONE

  • Avatar anonimo di freefail
    freefail

    Ma che razza di leggi abbiamo? Uno spacciatore, colto in flagrante, con kg di droga in casa... non farà nemmeno un giorno di galera: è già ai domiciliari. Tra pochi mesi sarà di nuovo libero come un fringuello e se vorrà ricomincerà a spacciare... ai nostri figli !!! E meno male che il governo non fa altro che parlare di sicurezza e si riempie la bocca di paroloni tipo "tolleranza zero". E poi invece quali sono i "fatti concreti" ? Che i Carabinieri si fanno il mazzo per beccare i delinquenti e il giorno dopo ce li ritroviamo ancora per strada... Mi chiedo: perchè la attuale maggioranza non modifica queste leggi, inasprendo le pene o, quantomeno, rendendole certe ed effettive ?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -