Spiagge in concessione, la Regione: "Abbiamo solo applicato la legge statale"

Spiagge in concessione, la Regione: "Abbiamo solo applicato la legge statale"

BOLOGNA - "Con la legge che regola le concessioni demaniali e il loro prolungamento, la Regione ha applicato e osservato una norma dello Stato tuttora vigente. Lo abbiamo fatto costruendo un positivo equilibrio con le categorie interessate che hanno apprezzato il provvedimento". Lo ha sottolineato l'assessore regionale al Turismo Guido Pasi dopo aver appreso che il Consiglio dei Ministri ha deciso di impugnare la legge regionale,  sulla classificazione delle concessioni demaniali.

 

Continua Pasi: " Coerentemente con quanto previsto dalla legge vigente (la Finanziaria 2006-07), la legge ha consentito  la possibilità di prolungare le concessioni fino a 20 anni a fronte di progetti di investimenti e innovazione". La ragione dell'impugnativa risiederebbe nel fatto che la norma nazionale è soggetta a procedura di infrazione europea verso il governo italiano, perché in contrasto con la direttiva europea Bolkestein, la cosìdetta ‘Direttiva servizi'.


"Attendiamo che lo Stato, che meno di un anno fa aveva sottoscritto un protocollo con tutte le Regioni e le categorie poi disatteso, provveda - ha aggiunto l'assessore Pasi - a legiferare coerentemente in materia di demanio e di canoni demaniali. Siamo tranquilli avendo agito nel rispetto delle norme e in difesa di un modello turistico virtuoso e basato sulla molteplicità delle offerte e dell'innovazione"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -