Spopola la Superbike a Misano: 70mila spettatori al 'Santamonica'

Spopola la Superbike a Misano: 70mila spettatori al 'Santamonica'

Spopola la Superbike a Misano: 70mila spettatori al 'Santamonica'

Il Round San Marino, ottava prova del mondiale Superbike 2008 va in archivio con successo: 68.000 spettatori nel week end e tanto spettacolo in pista. Nelle due gare della Superbike è andato deluso chi attendeva il ritorno alla vittoria di Troy Bayliss e della sua Ducati, finito due volte terzo. La casa di Borgo Panigale, in particolare il team Sterilgarda, esulta però per il successo di Xaus e il secondo posto di Biaggi. In gara 2 è quindi tripletta per la Ducati.

 

Bellissima gara 1, con la straordinaria rimonta del tedesco Neukirchner, decimo in griglia e vittorioso alla fine. Da rimarcare il ritorno sul podio di Max Biaggi, che mancava dai tre gradini dalla gara d'inizio stagione a Losail. Continua invece il digiuno della Honda, priva di vittorie a Misano da 10 anni. Prove sfortunatissime invece per il team sammarinese Kawasaki PSG-1, con Laconi e Tamada usciti di scena in entrambe le prove.

 

All'inizio delle prove del mondiale Superbike, in pista la delegazione di Stato della Repubblica di San Marino, guidata dal Capitano Reggente S.E. Federico Pedini Amati, insieme al Segretario di Stato al Turismo e Sport Antonello Bacciocchi ed al Segretario di Stato al Lavoro Pier Marino Mularoni. In gara 1, presenza sulla griglia anche della madrina Anna Falchi. A bordo pista in entrambe le prove della Superbike Valentino Rossi, reduce da Assen.

 

Il Round San Marino è stato un successo anche sotto il profilo organizzativo: sia all'interno dell'impianto con 800 uomini impegnati, sia al di fuori, grazie alla fattiva collaborazione delle forze dell'ordine, dei vigili urbani e dell'amministrazione comunale di Misano Adriatico.

 

SUPERBIKE WARM UP

La mattinata è cominciata all'insegna dell'equilibrio, con la Ducati di Bayliss (1'37.092) e la Yamaha di Corser divise da soli 9 centesimi nel warm up. Bene Lanzi, terzo, davanti a Smrz e Neukirchner.

 

SUPERBIKE GARA 1

Storica prima vittoria della Suzuki a Misano World Circuit grazie alla spettacolare rimonta di Max Neukirchner, 25enne tedesco, decimo in griglia di partenza e capace di raggiungere la prima posizione in quel momento detenuta da Corser. In passato Max Neukirchner aveva preso parte alle gare di Misano World Circuit dal 2005, ma solo l'anno scorso riuscì a vedere il traguardo con un nono ed un decimo posto.

 

Al via partenza veloce di Bayliss, però Xaus diventa presto il padrone della prima parte della corsa, con Biaggi che si insedia alle sue spalle. Al quarto giro rinviene da dietro Fabrizio (Ducati) che supera Biaggi e si mette alla caccia di Xaus.

 

Intanto comincia la rincorsa di Corser (Yamaha) che rompe gli indugi: al settimo giro si mette lui ad inseguire Xaus con Fabrizio in terza posizione, poi superato da Bayliss.

All'11° giro Fabrizio cerca di attaccare all'interno la quarta posizione di Biaggi, scivola e trascina a terra anche l'altra Ducati. Intanto sale Neukirchner, terzo dietro la coppia formata da Xaus e Corser, che al 15° giro si scambiano le posizioni in testa.

 

Neukirchner piomba sui primi e al 17° giro passa Xaus. Alle spalle Bayliss, Lanzi e Checa. Al 18° giro Neukirchner passa in testa superando Corser che gli rimane comunque addosso.

Bayliss intanto supera Xaus agguantando il gradino basso del podio. Alla fine vince il tedesco, secondo Corser a 0"542, terzo Bayliss a 2"249, quarto Xaus a 3"028, quinto Checa a 5"408 e sesto Lanzi a 5"518.

 

SUPERBIKE GARA 2

Prima partenza con Xaus che precede Corser, Biaggi, Fabrizio, Bayliss e Laconi. Nel corso del secondo giro si rompe la Ducati di Fabrizio e poi la Honda di Maggeridge sparge olio sulla pista. Bandiera rossa dopo due giri e nuova procedura di partenza che azzera completamente i chilometri percorsi.

La seconda partenza vede avanti i ‘due Troy'. Bayliss e Corser si scambiano le posizioni nei primi quattro giri e dietro c'è il duello fra le due Ducati Sterilgarda di Xaus e Biaggi. Intanto da dietro rinviene prepotentemente Haga che all'8° giro passa Lanzi e si mette alla caccia del quartetto di testa.

 

Al 15° giro Bayliss si mette davanti, dietro c'è Corser, Xaus accorcia e Biaggi tiene a bada Haga che è quinto. Al 18° giro Xaus passa Corser e due giri dopo anche Bayliss. Il primo a sbagliare è Corser che arriva lungo nel tentativo di passare Bayliss; poi è quest'ultimo a sbagliare nel tentativo di rinvenire sull'avversario. Ne guadagna Biaggi che può mettersi in scia di Xaus, senza però riuscire ad avvicinarlo.

 

Alla fine passa in testa Xaus, secondo Biaggi a 1"035, terzo Bayliss a 4"158, quarto Haga a 5"466, quinto Corser a 6"759. Sesta posizione per il romagnolo Lorenzo Lanzi.

Con questa vittoria Xaus centra la tripletta in Superbike a Misano World Circuit (vinse due gare nel 2003).

 

Con la vittoria in gara 2, la Ducati centra la 26a vittoria a Misano su 34 gare disputate. La Ducati ha conquistato a Misano 25 vittorie su 32 gare disputate, collezionando anche 10 pole (l'ultima nel 2004), 20 giri più veloci ed un totale di 59 piazzamenti sul podio. Prossimo appuntamento il 20 luglio a Brno

 

SUPERSPORT

Warm up della mattina con Foret (1'39.887) davanti a Pitt e Jones. Fra i piloti locali, Roccoli 8°, Marrancone 14°, Lunadei 21°e De Angelis 30°.

 

In gara dominio iniziale della Yamaha di Parkes, partito in pole. Su di lui rinviene in seguito la Honda di Pitt che ha la meglio e al 9° giro Parkes cade. Si rialzerà per chiudere al 10° posto.

 

La testa della classifica si stabilizza fino alla fine, senza sussulti. Vince Andrew Pitt (Honda CBR600RR), secondo Craig Jones (Honda CBR600RR) a 5"347, terzo Fabien Foret (Yamaha YZF R6) a 13"784. Pitt bissa quindi il successo del Nurburgring e consegue la quarta vittoria dell'anno. Fra i romagnoli, 7° Roccoli (miglior risultato stagionale) mentre Lunadei, Marrancone e De Angelis si sono contesi fino alla fine l'ultimo punto della 15a posizione.

 

Ha prevalso Danilo Marrancone (con la Yamaha del WCR Bike Service di Rimini), addirittura scivolato e capace di rimontare dalla coda del gruppo fino ad agguantare il suo primo punto nel campionato.

 

SUPERSTOCK 1000

Stupenda gara in apertura di giornata, vinta da Alessandro Polita su Ducati 1098R. Partenza con Pirro (era in pole con la sua Yamaka YZF) davanti a tutti e poi alle sue spalle rinvengono proprio Polita e Davide Giugliano (Suzuki GSX).

 

Questi ultimi si alternano in una serie di sorpassi che infiammano l'interesse del pubblico, fino all'undiceso giro quando Giuliano scivola a terra e lascia campo aperto all'avversario. Mentre tutti si attendono l'attacco di Pirro, Polita invece scappa via e chiude vittorioso con 1"471 dall'avversario.

 

Terzo posto per Maxime Berger (Honda CBR 1000RR) a 2"382, quarto Brendan Roberts (Ducati 1098R) a 5"234 e quinto Xavier Simenon (Suzuki GSX) a 6"999. Per Polita è il primo successo della stagione mentre il capoclassifica Simenon per la prima volta non sale sul podio. Si conferma anche la tradizione: solo nel 2001 un pilota straniero ha vinto nella Superstock 1000 a Misano World Circuit

  

SUZUKI GSX R EUROPEAN CUP

Vittoria per Fabrizio Pirovano, davanti al francese Jonchiere. Terza piazza per l'austriaco Resch, quarto lo spagnolo Tizon e quinto il francese De Carolis. Solo 11° Ortega, autore della pole.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti i tempi delle prove disputate oggi a Misano World Circuit sono disponibili connettendosi a live.misanocircuit.com

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -