"Strade Blu" al via: si parte da Marina di Ravenna

"Strade Blu" al via: si parte da Marina di Ravenna

"Strade Blu" al via: si parte da Marina di Ravenna

MARINA DI RAVENNA - Otto concerti in nove giorni: un tour de force senza precedenti per la rassegna organizzata dall'associazione culturale Big Ben e patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, che già nella sua prima settimana tocca cinque città, dalla collina al mare (Marina di Ravenna, Faenza, Forlì, Modigliana, Tredozio) e una pluralità di suoni e di suggestioni diverse. Il debutto ufficiale (1 luglio) è un concerto-party in riva al mare a Marina di Ravenna.

 

Sul palco Tito and Tarantula, la band messico/californiana resa famosa da Robert Rodriguez e Quentin Tarantino in "Dal Tramonto all'Alba". Rock blues sporco di sabbia e tequila, sudore ed energia. Ingresso gratuito.

 

Appena un giorno per riprendersi, e il 3 luglio ci si sposta a Faenza, in Piazza della Molinella, con uno dei concerti più importanti mai ospitati sui palcoscenici della nostra regione. Sul palco Roger Mc Guinn, storico leader dei Byrds, voce di primo piano dell'America anni '60, amico e collaboratore di Bob Dylan, George Harrison, Tom Petty, Neil Young e tanti altri. In scena le sue canzoni, entrate nella memoria collettiva di due generazioni, e un ritrovato amore per il folk delle origini. Posto unico 20 euro.

 

Rotta verso la collina, il 4 luglio. Al Centro Visite del Parco, Tredozio, prima assoluta del progetto The Slummers, sigla dietro la quale si nascondono due apprezzati protagonisti della musica americana dagli anni '80 a oggi. Dan Stuart, leader dei Green on Red (e sodale di Steve Wynn nel progetto "Danny and Dusty"), per l'occasione insieme a JD Foster (bassista con T Bone Burnett e Emmylou Harris, produttore di Richmond Fontaine, Calexico, Richard Buckner e molti altri). Folk, rock e deviazioni di gusto per una delle chicche da intenditori di Strade Blu 2009. Ingresso gratuito.

 

Modigliana e la sua piazza rinnovata diventano protagoniste il 5, con il concerto di Kaki King. Ragazza-prodigio, capace di rivoluzionare in pochi anni la tecnica chitarristica, conquistando sia gli addetti ai lavori che il grande pubblico, è reduce da un tour italiano da tutto esaurito. Uno dei rari casi in cui l'attenzione mainstream si sposa con una qualità eccellente della proposta. 

La serata di Modigliana e quella successiva rientrano in una speciale area tematica di Strade Blu 2009 dedicata alle donne del folk rock e alle loro proposte, intitolata "Just Like a Woman". L'ingresso è gratuito.

 

Sono, infatti, addirittura 3 le donne sul palco di Piazza Corbizzi, a Forlì, lunedì 7 luglio. Tre donne, tre band, tre proposte diverse. Il folk raffinato, tinto di anni '60, di Claire Hammill; Marianne Dissard, al crocevia fra canzone francese e suoni americani e Odette Tips, l'elettronica che incontra il ritmo della madre Africa. Ingresso gratuito.

 

Ritorno a Faenza, martedì 7, con il rockblues elegante della Derek Trucks Band. Molto si potrebbe dire di questo giovanotto cresciuto alla corte degli Almann Brothers, ma basta forse notare come, nonostante l'età, la rivista Rolling Stone lo abbia già inserito nella lista dei 100 chitarristi più influenti di sempre. Suono sudista, con la classe di un bluesman che ascolta anche jazz. Posto unico: 10 euro.

 

La chiusura di questo primo tour de force di Strade Blu 2009 spetta a un vecchio amico: Howe Gelb,  padrino della rassegna quanto di tutto il movimento alternative-country. Personaggio surreale, capace di grandissime canzoni quanto di esperimenti sul limitare del rumore, Gelb sa rendere un evento unico ogni sua apparizione. Il concerto è in programma all'Hana-Bi di Marina di Ravenna, ed è organizzato insieme a Bronson Produzioni. Ingresso gratuito.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -