Strage Nassiriya, sì dalla Cassazione alle richieste di risarcimento

Strage Nassiriya, sì dalla Cassazione alle richieste di risarcimento

ROMA - La Cassazione ha accolto il ricorso dei familiari delle vittime della strage di Nassiriya, in Iraq. La Corte d'appello di Roma dovrà stabilire il risarcimento in precedenza negato. A Nassiriya, il 12 novembre del 2003, un'autobomba lanciata contro la base "Maestrale" uccise diciannove italiani fra carabinieri, uomini dell'esercito e civili oltre a nove cittadini iracheni. Le assoluzioni dei generali Bruno Stano e Vincenzo Lops erano già definitive.

 

La Procura militare della Capitale non aveva presentato ricorso in Cassazione. "Questa è una grandissima vittoria morale perché le famiglie delle vittime di Nassiriya, che io rappresento quasi tutte, non hanno mai chiesto il 'vil denaro' ma hanno combattuto per l'accertamento della verità. Anche quando eravamo soli, perché la Procura militare non ci seguiva, e anche quando il governo ha fatto leggi contro di noi", ha commentato a caldo l'avvocato Francesca Conte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -