Stragi naziste, confermato l'ergastolo a Nordhorn

Stragi naziste, confermato l'ergastolo a Nordhorn

FORLI’ – E’ stato confermato l’ergastolo a Heinrich Nordhorn, l’88enne tedesco ritenuto colpevole di due terribili fatti di sangue nel Forlivese durante la Seconda guerra mondiale. A lui sono attribuiti i massacri di Branzolino (dove quattro operai vennero impiccati il 28 agosto del 1944) e San Tomè (6 cittadini impiccati l’8 settembre del 1944). La sentenza è stata emessa martedì pomeriggio presso la corte militare (palazzo Cesi) a Roma. Ridotti i risarcimenti.


L’ex ufficiale nazista venne condannato il 3 novembre dello scorso anno anche all’isolamento diurno, al pagamento delle spese processuali e dei risarcimenti civili, per un complessivo di un milione e 300mila euro. Nella sentenza di martedì Regione, Provincia, Comune d Forlì e Comunità ebraica (tutti parte civile) si sono visti ridurre i risarcimenti economici disposti in primo grado. 50mila euro andranno ai figli delle vittime, 20mila ai fratelli e 10mila ai nipoti. Tolto a Nordhorn anche l’isolamento diurno. L’avvocato difensore, Luigi Trucco, ha annunciato il ricorso alla corte di Cassazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -