Suicida perchè deriso a scuola. La madre: ''Chiedo giustizia''

Suicida perchè deriso a scuola. La madre: ''Chiedo giustizia''

TORINO – Quelle continue prese in giro, quegli scherzi lo avevano esasperato. Così Matteo, un 16enne figlio di madre filippina e padre italiano, ha deciso di togliersi la vita. E’ successo un paio di giorni fa a Torino, dove il giovane viveva con la famiglia. La tragedia si è consumata intorno alle 8 del mattino quando il 16enne si è buttato dal quarto piano.


Inuitili i tempestivi interventi dei sanitari del 118 e dei carabinieri. Il ragazzino in ospedale è stato operato d'urgenza. Tutto è stato però inutile perché il giovane è deceduto intorno alle 14


A casa è stato trovato un biglietto in cui il ragazzo spiegava i motivi del suo gesto. Il giovane si diceva stanco della continua situazione di disagio che provava a scuola, dove veniva preso in giro per i suoi modi garbati, i lineamenti del viso aggraziati. Lo rimproveravano di non apprezzare le ragazze.


LA DISPERAZIONE DELLA MADRE - La mamma di Matteo, Priscilla, non si dà pace: “Perché me lo hanno trattato così? – si chiede - Lui era un essere umano, una persona normale, come tutte le altre”. La donna ricorda il figlio come un ragazzo “buono e gentile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Perché prenderlo in giro con le parolacce – prosegue -, perché dargli del gay quando era chiaro che soffriva e piangeva? Chiedo giustizia per Matteo, chiedo giustizia per mio figlio”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -