Suicidio Cevenini, trovato un biglietto per i familiari

E' durato circa sei ore il sopralluogo da parte degli inquirenti nella sede dell' Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna a Bologna, in viale Aldo Moro

E' durato circa sei ore il sopralluogo da parte degli inquirenti nella sede dell' Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna a Bologna, in viale Aldo Moro, dove è stato trovato, mercoledì mattina, il corpo senza vita di Maurizio Cevenini, buttatosi dalla finestra del suo ufficio al settimo piano. Dal palazzo è uscito il procuratore aggiunto Valter Giovannini, che non ha rilasciato dichiarazioni. Con lui anche il pm Domenico Ambrosino, e i dirigenti della squadra mobile, della Scientifica e delle volanti.

Unica conferma il ritrovamento di un biglietto nel quale Cevenini fa riferimento ai propri familiari. Sembra siano stati sigillati l'ufficio di Cevenini e gli spazi della sua segreteria. Dal controllo dei badge non risulta che il consigliere sia uscito dal palazzo ieri sera. Tra l'altro, alcuni avrebbero riferito di aver sentito in serata un tonfo. La sua auto è rimasta posteggiata nel garage sotterraneo fino a che gli uomini della Scientifica non l'hanno portata fuori mercoledì e poi caricata su un carro attrezzi.

La figlia di Maurizio Cevenini, Federica, insieme al fratello di lui e alla sua segretaria storica, Tamara, hanno incontrato il sindaco Virginio Merola, rientrato a palazzo comunale da Roma. Uscendo dal Comune, i parenti non hanno detto nulla. Probabilmente dovevano concordare con il primo cittadino le modalità dei funerali e se eventualmente organizzare la camera ardente a Palazzo d'Accursio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un dolore profondo e straziante, condiviso dall’intera Regione Emilia-Romagna. L’Ufficio di Presidenza e la conferenza dei Capigruppo dell’Assemblea legislativa si sono riuniti in seduta congiunta dopo la morte di Cevenini. Presenti il presidente dell’Assemblea, Matteo Richetti, e il presidente della Giunta, Vasco Errani. Il dover prendere atto di aver perso un collega, un amico, una persona benvoluta da tutti. Richetti ed Errani hanno ribadito la volontà di accompagnare il saluto a Maurizio Cevenini in pieno accordo con la famiglia del consigliere regionale del Pd scomparso e con il Comune di Bologna.

Il presidente dell’Assemblea e il presidente della Giunta hanno entrambi ricordato Cevenini, sottolineando il vuoto incolmabile che si apre con il suo decesso, e hanno auspicato il pieno rispetto del riserbo della moglie e della figlia di Cevenini, Rossella e Federica, per il loro dramma personale. Tutti i gonfaloni in Regione saranno listati a lutto. L’attività politica e le iniziative pubbliche della Regione sono sospese fino a domenica prossima. Ci sarà poi un momento di lutto istituzionale che verrà osservato il giorno delle esequie con un minuto di silenzio di tutti i collaboratori della Regione Emilia-Romagna. Il presidente del gruppo Pd, Marco Monari, ha infine voluto ringraziare i colleghi di tutti i gruppi per i messaggi di cordoglio arrivati.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -