Sulmona, ex poliziotto uccide la figlia e tenta il suicidio

Sulmona, ex poliziotto uccide la figlia e tenta il suicidio

SULMONA - Ha ucciso con un colpo di pistola la figlia di 25 anni e poi ha tentato di togliersi la vita. Autore della tragedia, avvenuta a Sulmona (L'Aquila), un agente di Polizia penitenziaria in pensione, Vincenzo Marruccelli, di 53 anni. L'uomo era stato riformato per una forte depressione. Dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che la ragazza - che aveva comunque un rapporto difficile con il padre - fosse dedita all'uso di sostanze stupefacenti.

 

Stando alla ricostruzione, l'ex agente ha sparato alla figlia di 25 anni davanti alla madre e l'ha poi trasportata in auto al commissariato locale dove si e' accorto della gravita' delle sue condizioni. Li' nel piazzale antistante gli uffici si e' puntato al'arma alla testa ed ha cercato di spararsi, ma e' stato bloccato dai colleghi.

 

Nel frattempo, nonostante il pronto intervento dei sanitari del 118 la giovane donna non ce l'ha fatta ed e' morta prima di essere trasportata in ospedale. La salma si trova ora nell'obitorio di Sulmona dove forse gia' nella giornata di mercoledì sara' sottoposta all'esame autoptico. La vittima conviveva con il suo fidanzato dal quale aveva avuto un bambino di 2 anni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -