SuperEnalotto, sbancato il '6'. Il sistema Sisal premia anche Rimini

SuperEnalotto, sbancato il '6'. Il sistema Sisal premia anche Rimini

SuperEnalotto, sbancato il '6'. Il sistema Sisal premia anche Rimini

RIMINI - C'è anche Rimini nell'elenco delle varie città sparse in Italia premiate dal sistema a caratura di 70 quote elaborato dai computer della Sisal che sabato sera dopo ben 113 concorsi ha permesso di centrare il ‘6' al SuperEnalotto. Al fortunato scommettitore che si è recato alla Tabaccheria Eldorado di via Dei Martiri ed ha investito 24 euro per la quota vanno circa 2 milioni e 538mila euro. Questa la sestina vincente: 4 - 26 - 40 - 54 - 55 - 67. Jolly: 41; Superstar: 78

 

Il sistema a caratura è una giocata organizzata e convalidata dal ricevitore e ripartita in quote. Si va da un minimo di 2 a un massimo di 125. Il prezzo di ciascuna quota non può essere inferiore a 5 euro. Nel caso della sestina vincente di sabato, le quote fortunate sono state 70, dal costo di 24 euro ciascuna. Il sistema era composto da una colonna a 9 numeri ed è stato messo in vendita dalla Bacheca Sisal per esser acquistato in ogni parte d'Italia.

 

Oltre 86,3 milioni del jackpot record per il SuperEnalotto sono finiti nel Lazio. Ben 25 quote sono state vendute dalla ricevitoria Ilario di Sperlonga, che ha assegnato da sola circa 63,4 milioni di euro, cui si aggiungono altre nove quote sparse in tutta la regione. Il Lazio si aggiudica quasi la metà delle vincite (il 48,6%) seguita dalla Lombardia con 13 quote (32,9 milioni il totale regionale), la Campania con 5 (oltre 12,6 milioni), Puglia e Toscana con 4, Emilia Romagna con 3.

 

Il ‘6' mancava all'appello dallo scorso 9 febbraio, quando due giocatori di Parma e Pistoia si portarono a casa 70 milioni di euro a testa, spartendosi un jackpot da 139 milioni. Mai nella storia del SuperEnalotto il 6 si era fatto attendere così tanto. Superato anche il precedente primato di Bagnone, visto che in quell'occasione il 6 da quasi 148 milioni si fece attendere per 87 concorsi. Sul terzo gradino il premio da 100,7 milioni centrato a Catania.

 

La Dea Bendata continua a premiare la Romagna. Tra le vincite milionarie più importanti c'è quella del 19 maggio 2007, a Capanni di Savignano sul Rubicone (Forlì-Cesena), il 6 fruttò al un singolo giocatore ben 71,4 milioni. La schedina venne giocataalla tabaccheria Rinaldi di P.za Colombo all'interno del 'Romagna center'.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Enrico
    Enrico

    ... secondo me col superenalotto così come è strutturato la famosa Dea Bendata centra poco... mi spiego: 1. le estrazioni dei numeri col computer sappiamo tutti che non possono essere completamente casuali ma bensì "programmate" dall'uomo secondo un algoritmo di generazione dei numeri 2. la vincita in questo caso è avvenuta con un sistema elaborato anch'esso dal computer e per giunta della stessa SISAL 3. mi viene il ragionevole dubbio che tutti questi computer siano programmati ad arte per fare salire o scendere il montepremi a piacimento e farlo poi vincere magari anche a determinate persone... non sò voi ma io la penso così...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -