Tagli alle forze dell'ordine, la Riviera si mobilita contro Maroni

Tagli alle forze dell'ordine, la Riviera si mobilita contro Maroni

Tagli alle forze dell'ordine, la Riviera si mobilita contro Maroni

Rimini si mobilita nei confronti del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, per chiedere rinforzi alle forze dell'ordine per la stagione estiva. Una "formale richiesta di incontro urgente" per discutere del problema che trova d'accordo tutti i comuni della riviera riminese, la provincia e tutti i parlamentari (di centrodestra e di centrosinistra). Secondo gli enti locali riminesi, le forze dell'ordine dovrebbero subire un taglio di 91 unità, scendendo così da 175 ad 84 agenti.

 

Rimini vuole l'incontro con il titolare del Viminale perché ritiene "che dovrebbe consentire anche di tracciare un metodo di lavoro fra Governo centrale e le istituzioni locali per impostare una risposta strutturale, e non solo emergenziale, alla questione".

 

In particolare la Provincia, che ha coordinato e ospitato il summit, auspica "un vero e proprio 'patto per la sicurezza' tra il governo del Paese e l'area riminese. Questo patto dovrà affrontare in maniera organica l'insieme delle problematiche che concorrono a migliorare i livelli di legalità e sicurezza sul nostro territorio".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sindaci e presidente della Provincia si dicono uniti da "una comune preoccupazione sul fatto che il drastico ridimensionamento dei rinforzi possa impedire l'apertura dei due presidi stagionali di pubblica sicurezza di Riccione e Bellaria Igea Marina".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -