Tasse locali, crescono le imposte di Comuni e Province

Tasse locali, crescono le imposte di Comuni e Province

FORLI’ – Emilia-Romagna ‘strozzata’ dalla pressione fiscale degli enti locali, in particolare il capoluogo. A Bologna, nel 2007, ogni cittadino ha pagato 666 euro dei quali 368 di Ici. Respira un po’ di più il portafogli dei forlivesi, terzultimi nella classifica regionale delle tasse locali imposte da Comuni e Province. 520 euro nel 2007, con un aumento del 9% (relativamente basso) rispetto all’anno precedente. L’Ici è tra le più basse in regione, 269 euro pro capite.


Insomma non ci si dovrebbe lamentare se si pensa che per il 2008 il bilancio comunale ha fatto a meno di entrate aggiuntive, basate sull’aumento delle imposte. Si rinuncia a guadagnare con l’addizionale Irpef, che resta fermo a 61 euro. Il totale deriva dalla somma di Ici, imposta sulla pubblicità, addizionale sul consumo di energia elettrica, addizionale Irpef e tassa per i rifiuti. Secondo i dati pubblicati dal Sole 24Ore, gli aumenti maggiori per le tasche dei cittadini si sono verificati a Ravenna e Modena (+16%).


Anche Rimini vede una cifra abbastanza alta da sborsare annualmente: 558 euro, con la più alta imposta sulla pubblicità (22 euro) ed un’Ici di 332 euro. L’aumento rispetto al 2006 è notevole: +11%. Forti aumenti anche a Ferrara e Parma (13%).



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -