Teatro, accademia Perduta alla 53a edizione del Festival di Spoleto

Teatro, accademia Perduta alla 53a edizione del Festival di Spoleto

Accademia Perduta/Romagna Teatri, Teatro Stabile d'Arte Comtemporanea diretto da Ruggero Sintoni e Claudio Casadio, parteciperà, dopo lo straordinario successo dello scorso anno in cui per la grande richiesta furono aggiunte repliche alle numerose già previste, alla 53esima edizione del prestigiosissimo Festival dei 2Mondi di Spoleto.

 

Il Festival, che si svolgerà dal 18 giugno al 4 luglio 2010, vedrà Accademia Perduta impegnata nella rappresentazione di tre delle sue produzioni di Teatro per Ragazzi: I musicanti di Brema con la regia di Claudio Casadio, già vincitore del Premio ETI Stregagatto come "miglior spettacolo di Teatro Ragazzi", La Bella e la Bestia, co-prodotto con Il Baule Volante, ed il nuovissimo spettacolo L'Orchetto, interpretato da Claudio Casadio e Daniela Piccari con la regia di Marcello Chiarenza, che proprio a Spoleto avrà la sua "prima assoluta"!

 

Con l'importantissima vetrina festivaliera di Spoleto, Accademia Perduta avrà modo, per la seconda volta, di portare ad una ribalta internazionale spettacoli nati in Romagna e che nei bellissimi Teatri romagnoli hanno provato e, nel caso de I musicanti di Brema e La Bella e la Bestia, debuttato.

Gli spettacoli di Accademia Perduta saranno ospitati, da sabato 19 giugno a domenica 4 luglio, nella suggestiva cornice dell'Auditorium della Stella, situato nella centrale Piazza Garibaldi.

 

Durante la conferenza stampa convocata presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali a Roma, il direttore artistico del Festival, Giorgio Ferrara, ha sottolineato: "nell'età dell'incertezza per antonomasia, sempre nuova e multiforme, l'arte non può che essere il rispecchiamento di tale condizione ma è anche, insieme, il solo possibile tentativo di oltrepassarla, grazie alle virtù del pensiero e alla forza della bellezza. Il pensiero e la bellezza: due prospettive, due vocazioni, che da sempre Spoleto e il suo Festival sollecitano, animano, connettono".

Anche quest'anno Spoleto apre i suoi teatri al pubblico internazionale del Festival, in una edizione che si annuncia ricca e di eccellente qualità. Presigiosissimi i nomi in cartellone, a partire da attori quali John Malkovich e Fanny Ardant; poi ancora registi di fama internazionale quali Robert Wilson e Peter Brook, fino ai più grandi musicisti della scena contemporanea quali Rufus Wainwright.

 

All'interno di questa prestigiosa ed eccellente programmazione Accademia Perduta sarà l'unica realtà di Teatro Ragazzi presente al Festival. Quello di Accademia Perduta è un Teatro Ragazzi che va oltre il "genere" per diventare una vera e propria forma d'arte elaborata su alcuni tratti fondamentali, quali l'attenzione al fantastico, all'immaginario onirico, evocativo e al coinvolgimento emotivo di tutti gli spettatori, sia i bambini sia chi bambino non lo è più! Lo stesso Giorgio Ferrara, in sede di conferenza stampa, ha appunto sottolineato come "gli spettacoli di Accademia Perduta, cosiddetti per ragazzi, in realtà solo per ragazzi non sono. Si tratta infatti di spettacoli che fanno riflettere e molto hanno da insegnare a chiunque".

 

I musicanti di Brema, scritto da Claudio Casadio e Giampiero Pizzol e interpretato da Maurizio Casali, Mariolina Coppola, Lucia Puechler e Paola Baldarelli, è diretto da Claudio Casadio.

Lo spettacolo, tratto dalla celebre favola dei Fratelli Grimm, racconta le avventure di un cane, un gatto, un asino ed un gallo che fuggono dai rispettivi luoghi di vita e si incontrano per ricominciare una nuova esistenza che permetta loro di vivere serenamente. Comincia così, per i quattro amici, una straordinaria avventura. La pièce ha vinto il Premio Nazionale ETI "Stregagatto 2004" come "miglior spettacolo di Teatro Ragazzi". I temi principali sono la solitudine, la speranza ed il valore dell'amicizia, in una messa in scena fantasmagorica e giocosa, con musiche eseguite dal vivo, in cui le storie dei quattro amici si intrecciano nell'unico sogno di un avvenire migliore.

 

La Bella e la Bestia, co-prodotto da Accademia Perduta e Il Baule Volante, è uno spettacolo di Roberto Anglisani e Liliana Letterese, quest'ultima anche protagonista con Andrea Lugli, e diretto da Roberto Anglisani. Uno sfortunato mercante, padre di tre figlie, si smarrisce nel bosco e trova rifugio nel palazzo della Bestia. Qui cerca di rubare una rosa e per questo la Bestia lo minaccia di morte. L'unica possibilità di salvezza è che sia una delle figlie a morire al suo posto, allora Bella, la figlia più giovane e più buona, propone di sacrificarsi al posto del padre ma... andrà incontro ad un altro destino... Con La Bella e la Bestia la compagnia propone un percorso sulla narrazione a due voci e, contestualmente, un lavoro di ricerca sul tema della diversità. Attraverso l'avvincente intreccio di questa fiaba classica, infatti, vengono affrontati alcuni aspetti del tema, quanto mai attuale, del "diverso" che sta dentro di noi.

 

L'Orchetto, nuovissima produzione che proprio al Festival dei 2Mondi avrà il suo debutto ufficiale, è scritto da Suzanne Lebeau, diretto da Marcello Chiarenza e interpretato da Claudio Casadio e Daniela Piccari. Le musiche originali dello spettacolo sono composte da Marco Biscarini.

L'Orchetto vive con sua madre in una casa nel cuore della foresta, lontano dalla comunità del villaggio. Per sfuggire all'attrazione irresistibile che prova per il sangue fresco, dovrà affrontare tre prove, dalla cui riuscita dipenderanno la sua crescita, la sua trasformazione, la sua salvezza. Potrà così esaudire il sogno di essere accettato all'interno della comunità del villaggio.

La scelta artistica di Accademia Perduta cade su un racconto nero e tenero, che attinge la propria ispirazione dalle fiabe popolari ed è portato sulla scena grazie alla scrittura fine ed intelligente della grande autrice per ragazzi Suzanne Lebeau. Un testo, presentato in anteprima assoluta in Italia, che è già stato rappresentato in tredici paesi in tutto il mondo e che ha avuto un grande successo, soprattutto in Francia, dove questa raffinata autrice canadese è conosciuta ed apprezzata. 

Claudio Casadio, Daniela Piccari e Marcello Chiarenza si confrontano con questo testo poetico, ironico e suggestivo e lo fanno proprio, con l'intento di divertire, affabulare ma anche far riflettere il pubblico dei bambini e delle famiglie. L'allestimento, creato appositamente da Marcello Chiarenza, si avvale di un utilizzo magico dello spazio teatrale, in cui gli attori si muovono con leggerezza ma anche con drammaticità ed il gioco di scena prevede un susseguirsi di piccole magie, un'evoluzione di continue suggestioni visive e sonore, che avvince lo spettatore, fino allo scioglimento finale.

 

Info:

www.accademiaperduta.it

www.festivaldispoleto.com

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -