Telefonia, una giungla per gli utenti: 3500 reclami nel 2008 in regione

Telefonia, una giungla per gli utenti: 3500 reclami nel 2008 in regione

Telefonia, una giungla per gli utenti: 3500 reclami nel 2008 in regione

Boom di reclami nel settore delle telecomunicazioni in Emilia-Romagna. Nel 2008, solo attraverso l'ufficio legale di Federconsumatori, ne sono stati presentati 3.556, il 30% in piu' del 2007, contro svariate compagnie telefoniche. I motivi sono sempre gli stessi: attivazione di servizi mai richiesti,ritardi negli allacciamenti della linea dopo un trasloco, indesiderati cambi di operatore telefonico, collegamenti a numeri speciali o errori nella tariffazione.

 

La gran parte dei contenziosi riguarda e' contro Telecom (2.134), seguita da Wind (340), Tele2 (314), Fastweb (210), Vodafone (170) H3G (152) e Tim (161). L'allarme arriva dal seminario "Telefonia e utenti", organizzato da Federconsumatori e tenutosi ieri alla Camera del lavoro di Bologna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Delle 3.384 istanze 2008, 2.705 sono controversie aperte dagli utenti, 679 dai gestori. Su 3.384 istanze, il Corecom ne ha concluse 2.297: esito positivo nel 67% dei casi, negativo nel 21% e mancata comparizione nel 12%. Il 70% e' telefonia fissa, il 29% mobile e 1% la Pay-Tv. Sempre su 3.384, il 42% riguardava Telecom Italia, 16% Wind, 10% Vodafone, 10% Fastweb, 8% Tele2. Quanto al tipo di controversia, nel 39% dei casi si tratta di interruzione, sospensione o ritardo nel servizio; 36% contestazioni della fattura o del traffico telefonico; un 6% sono contestazioni di clausole contrattuali e un altro 6% attivazioni di servizi non richiesti. Considerando le province, di 3.384: Bologna 44%; Modena 10%; Ravenna 8%; Reggio Emilia 8%; Parma 7%; Rimini 7%; Ferrara 6%; Forli' 7%; Piacenza 3%.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    Tutti questi reclami, sono dovuti, senza tema d'errore, a tutti quegli Utenti che cambiano compagnia. I pali e le linee tetefoniche sono della Telecom che li affitta alle svariate società che ne pagano l'affitto. Per l'acquisizione della clientela, queste ditte inizialmente offrono tariffe più basse ,ma in seguito aumentano i costi o falliscono come è avvenuto in questi giorni per la T..... Occhio gente.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -