Temeva punizione disciplinare, tenente miss suicida in caserma

Temeva punizione disciplinare, tenente miss suicida in caserma

Temeva punizione disciplinare, tenente miss suicida in caserma

ROMA - Temeva una punizione disciplinare. Ecco perché Claudia Racciati, tenente dei Carabinieri, 29 anni, tra le finaliste al concorso di Miss Italia nel 1999 con il numero 98, con la fascia di Miss Bellezza Rocchetta Abruzzo, ha deciso di togliersi la vita con un colpo di pistola in ufficio nella caserma Carlo Alberto Dalla Chiesa di viale Giulio Cesare, dove prestava servizio alla scuola allievi dell'Arma. La vittima era originaria di Vasto (Chieti).

 

Secondo quanto si appreso, la giovane era stata accusata da alcuni commilitoni della sottrazione di beni personali. Sul caso indagano il comando provinciale di Roma dei Carabinieri, che stanno ascoltando amici e familiari della vittima. La ragazza era una delle due figlie di Domenico Racciatti, comandante della stazione di Vasto del Corpo Forestale dello Stato. Giunta nella finale di Miss Italia nel 1999, aveva frequentato il corso da allievo ufficiale nel 2003.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -