Terra del Sole, domenica inaugura "Borgo Romano"

Terra del Sole, domenica inaugura "Borgo Romano"

TERRA DEL SOLE - Grande attesa per domenica 8 maggio a Terra del Sole, quando nel pomeriggio si spalancheranno le porte del Castello del Governatore offrendo la possibilità a tutta la cittadinanza di visitare la sede dell'Associazione di Promozione Sociale BORGO ROMANO. Una inaugurazione dove la sede dell'associazione, in particolare le sale dei costumi e delle armi appena rinnovate, sarà per l'occasione allestita con una mostra fotografica raffigurante la lunga storia della contrada, che quest'anno raggiunge il traguardo del 40° anno di attività.

 

Difatti fin dal 1971 le due contrade della cittadella medicea, Borgo Romano e Borgo Fiorentino, si sfidano nel tiro alla fune e nel tiro con la balestra durante il Palio di Santa Reparata ogni prima domenica di settembre, offrendo agli spettatori uno splendido corteo storico rappresentante la nobiltà fiorentina e numerose personalità militari e civili di fine Rinascimento, ovvero ai tempi della fondazione di Terra del Sole avvenuta nel 1564 ad opera di Cosimo I De' Medici.

 

Negli anni le attività del Borgo Romano si sono poi moltiplicate, tanto che oggi l'associazione collabora energicamente con numerose realtà ed attori del territorio, partecipando ed organizzando in prima persona manifestazioni ed eventi, tra i quali spicca il raduno internazionale di gruppi storici Tempus Belli, meravigliosa rievocazione medievale organizzata con I Difensori della Rocca, che ogni anno richiama migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

 

Dal lontano 1982 la sede del Borgo Romano è ubicata in Via Baccarini n° 6 a Terra del Sole, e occupa alcuni prestigiosi locali del Castello del Governatore, che conservano il patrimonio storico dell'associazione. L'Associazione è da anni in prima linea per il recupero e l'apertura al pubblico di questo splendido forte stellato: l'opera dei volontari infatti negli anni ha permesso il riscatto di spazi affascinanti, come l'androne e molte delle stanze che oggi costituiscono la sede stessa. L'opera di recupero non è comunque finita poiché l'attività dei contradaioli anela all'obiettivo di un futuro completo recupero ed apertura al pubblico di aree del Castello attualmente non accessibili.

 

Tutte realizzazioni che hanno lo scopo principe di favorire la conoscenza e permettere la fruizione delle bellezze architettoniche di Terra del Sole da parte di tutti i cittadini, valorizzando nel contempo le tradizioni e la storia locale, senza dimenticare la grande valenza storica e turistica offerta dalle mura, dai castelli e dagli splendidi palazzi terrasolani.

 

Un'occasione per tutti quindi, quella di domenica pomeriggio, di poter entrare nella storia antica, passata e presente di un paese piccolo, ma con tante storie da raccontare.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -