"TerreAlte AltoMare": i giovani tra turismo e sport

"TerreAlte AltoMare": i giovani tra turismo e sport

Promuovere e diffondere la pratica sportiva e il turismo giovanili in un'ottica di rispetto dell'ambiente e di uno stile di vita sano, a contatto con la natura in montagna e al mare. Eventi e attività sportive rivolte ai giovani dai 15 ai 30 anni grazie al progetto "TerreAlte AltoMare - Sport giovane in montagna e mare": mountain bike, orienteering, trekking, nordic walking, pattinaggio a rotelle, equitazione, scherma, turismo nautico e la pratica sportiva velica, diffusione della conoscenza della navigazione, diportistica e agonistica, crociere organizzate, corsi di vela e di kyte surf, uscite in barca a vela e sulle affascinati imbarcazioni tradizionali a vela al terzo dell'Associazione "Mariegola delle Romagne", e molto altro ancora.

 

L'iniziativa, un progetto ministeriale coordinato e promosso dalla Regione Emilia-Romagna,  è stata presentata questa mattina a Bologna, nella sede della Regione, alla presenza tra gli altri dell'assessore regionale a Cultura, sport e progetto giovani Alberto Ronchi. "In questa legislatura - ha commentato Ronchi - ci siamo impegnati a dare un'idea diversa dei giovani, perché vogliamo che emerga come si tratti di una risorsa, non certo di un problema. Quindi abbiamo lavorato con il Ministero ed altri assessorati regionali per produrre una serie di iniziative che vedessero i giovani come protagonisti. Ci tengo a sottolineare come lo sport, inteso come stile di vita sano, accompagnato ad un certo tipo di turismo giovane, sia un modo efficace per portare avanti queste politiche".

 

Costo totale dell'intervento nel triennio 2007-09: 1.635.500 euro.

 

Il progetto
"TerreAlte AltoMare - Sport giovane in montagna e mare" è un progetto promosso dall'Assessorato Turismo.Commercio della Regione Emilia-Romagna e coordinato dall'Assessorato Cultura Sport e Progetto Giovani regionale nell'ambito del programma quadro "Giovani Evoluti e Consapevoli" (Geco) tra il Ministero delle Politiche Giovanili e le Attività Sportive, il Ministero della Gioventù, il Ministero dello Sviluppo economico e la Regione Emilia-Romagna. Due i territori coinvolti: l'Appennino modenese e tutta la costa emiliano-romagnola, da Porto Garibaldi a Cattolica.

 

TerreAlte e AltoMare Days
Ricco e articolato il calendario degli eventi previsti in questo 2009, tutti accomunati dall'obiettivo di coinvolgere i giovani in attività sportive e ricreative che diventino anche volano per un nuovo turismo giovanile. Fra i tanti appuntamenti che prenderanno vita al mare e in montagna, ci saranno anche i "TerreAlte" e "AltoMare" Days, giornate speciali caratterizzate da eventi, incontri, sport e intrattenimento dalla mattina fino alla sera.

 

Il "TerreAlte Day" prenderà vita il 31 maggio a Serramazzoni. Sarà un' intera giornata dedicata a tutti gli sport di montagna. Qualificati istruttori terranno mini corsi pratici degli sport in una grande festa che coinvolgerà tutta la cittaà con escursioni alla scoperta del territorio, eventi musicali e proposte gastronomiche. La giornata sarà preceduta (30 maggio) da un'incontro rivolto ai giovani che vedrà la partecipazione e la testimonianza di noti atleti italiani che parleranno delle loro esperienze sportive.


Il 13 e 14 giugno, ci si sposta al mare, a Cesenatico, per gli "AltoMare Days": un weekend dedicato a tutto quello che ruota attorno al mondo sportivo e turistico della vela. Si creerà un vero e proprio "villaggio della vela" dove i giovani turisti potranno apprendere le basi grazie a mini corsi di vela o a uscite in barca, ma anche prendere parte a giochi e prove di abilità e alle tante iniziative d'intrattenimento previste nel corso della due giorni.

 

"TerreAlte AltoMare" è anche un format TV
40 strisce quotidiane, 12 speciali, 180 minuti di messa in onda, 120 giovani dai 18 ai 30 anni, divisi in 20 squadre (10 di mare e 10 di montagna). Questi i numeri di "TerreAlte Vs AltoMare", il format tv che andrà in onda dal 27 maggio (dal lunedì al venerdì) in fascia serale sulle reti del gruppo 7-Gold e in replica su quelle del Gruppo Telecentro-Telesanterno e su TRC, Telereggio, Video Regione, La 8, TeleRomagna per una copertura regionale. La Tv è, infatti, un mezzo molto utilizzato dai giovani e così la trasmissione ha lo scopo e la finalità di raccontare le sfide incrociate fra le squadre di montagna e quelle di mare. Sfide non basate sulla competizione e sull'agonismo, ma sul rispetto e la correttezza sportiva, la simpatia, l'adattamento e la velocità di apprendimento allo sport. Le telecamere, infatti, racconteranno le storie di questi ragazzi, da dove provengono e come hanno deciso di approcciarsi allo sport riprendendo gli allenamenti, le prove di abilità, i "dietro le quinte", facendo loro interviste e scegliendo uno di loro come telecronista. I giovani che raccontano lo sport ai giovani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -