Terremoto ad Haiti, salvo il medico 'bolognese'

Terremoto ad Haiti, salvo il medico 'bolognese'

Terremoto ad Haiti, salvo il medico 'bolognese'

BOLOGNA - "La nostra casa è crollata, ma io e mio figlio siamo vivi". Possono tirare un bel sospiro di sollievo gli amici bolognesi di Serge Sabalat, l' ortopedico haitiano che si specializzò all'ospedale Rizzoli di Bologna e che da anni è tornato a lavorare a Port-au-Prince. A rendere noto che il medico è vivo è stato Daniele Buldrini, l'amico che aveva avvisato la Farnesina: ''Serge si è fatto vivo via internet, poche righe per dirci che la situazione è terribile".

 

L'ortopedico ha spiegato all'amico che la violenta scossa di terremoto ha distrutto completamente la sua casa, ma che sia lui che il figlio sono in buone condizioni di salute. Parlando della situazione ad Haiti, Sabat ha affermato che mancano acqua e luce. Prima di tornare a lavorare a Port-au-Prince, l'haitiano ha avuto modo di lavorare tra il 1994 al 1997 all'ospedale Infermi di Rimini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -