Terremoto in Abruzzo, Berlusconi: ''reagire senza polemiche''

Terremoto in Abruzzo, Berlusconi: ''reagire senza polemiche''

L'AQUILA - "Ora bisogna reagire senza polemiche". E' quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa nella caserma della Guardia di finanza di Coppito dopo aver sorvolato in elicottero le zone colpite dal sisma di lunedì notte nell'Aquilano. Il premier, intervenendo sulla polemica dell'allarme preannunciato e inascoltato, la riunione nei giorni scorsi a L'Aquila della Commissione nazionale grandi rischi ha detto che "non ci sono basi scientifiche per prevenire i terremoti".

 

"Sorvolando dall'alto - ha spiegato il premier- ho visto che dovunque c'è un crollo c'è qualcuno che aiuta. E posso dire fin d'ora che nessuno viene e sarà lasciato solo". Berlusconi ha spiegato che per le 19 è stato convocato un consiglio dei ministri straordinario "nel corso del quale vareremo i fondi necessari per la situazione". "Per quanto riguarda la spesa economica non ci saranno problemi - ha precisato -. Il governo ha già attivato il Fondo catastrofi europeo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Berlusconi ha riferito che sono circa cinquemila gli operatori all'opera e che sono stati messi a disposizione oltre 4.000 posti letto in alberghi per gli sfollati, e 2mila tende già pronte capaci di ospitare fino a 10 persone ciascuna". Il premier ha anche garantito che "gli acquedotti funzionano" e che l'acqua è fruibile". Il bilancio del sisma è di 92 morti. Il capo del governo ha reso noto che i feriti accertati sono 1.500.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -