Terremoto in Giappone, 20mila volte più forte dell'Aquila

Terremoto in Giappone, 20mila volte più forte dell'Aquila

Terremoto in Giappone, 20mila volte più forte dell'Aquila

Il terremoto di magnitudo 8.9 della scala Richter che ha colpito in Giappone ha avuto un'intensità 10-20mila volte maggiore di quello del 6 aprile 2009 sconvolse l'Aquila. E' quanto ha reso noto Mauro Dolce, direttore dell'ufficio Rischio sismico e vulcanico del Dipartimento della Protezione civile. In Italia un terremoto di una simile intensità non c'è mai stato, dove il rischio è rappresentato dalla vulnerabilità delle costruzioni.

 

"Un sisma di magnitudo 6.2 come quello che ha colpito l'Abruzzo in Giappone passa quasi inosservato, mentre da noi è un disastro", ha osservato Dolce, sottolineando che questo avviene in quanto "l'Italia è piena di costruzioni storiche, edifici vecchi costruiti senza precauzioni antisismiche, che sono quindi ad elevata vulnerabità".

 

In Italia il massimo è stato raggiunto nel 1963 in Sicilia, con una magnitudo di 7.4. Segue quello del 1908 a Messina e Reggio Calabria (7.2). Nell'Irpinia, nel 1980, l'intensità fu di 6.9.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -