Terrore a Lecce, attentatore muore in un esplosione

Terrore a Lecce, attentatore muore in un esplosione

Terrore a Lecce, attentatore muore in un esplosione

Terrore in pieno centro a Lecce. Un 35enne salentino, già noto alle forze dell'ordine, è rimasto ucciso mentre stava cercando di compiere un attentato incendiario in un negozio di via Imbriani, già obiettivo in precedenza di un atto intimidatorio. Già nel 2010 rimase danneggiato prima che cambiasse gestione. Il negozio è stato completamente sventrato. Danneggiati anche due negozi di abbigliamento attigui. In fiamme anche una palazzina di pochi piani.

 

Alll'ultimo piano è rimasta intrappolata una famiglia di turisti, con una bambina di quattro anni. I pompieri si sono calati dal tetto per metterli in salvo, con l'ausilio dell'autoscala. Un vigile del fuoco, durante le operazioni è rimasto leggermente ferito. Sul posto, sono arrivati il questore Vincenzo Carella, il procuratore capo Cataldo Motta e il sostituto procuratore Guglielmo Cataldi, della Dda.

 

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la vittima stava preparando un ordigno rudimentale maneggiando una tanica di benzina. Per cause accidentali è avvenuta la deflagrazione che l'ha investito. L'esplosione è stata particolarmente violenta perchè avvenuta in un ambiente chiuso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -