Terrorismo, blitz della Polizia a Forlì e Ravenna negli ambienti anarchici

Terrorismo, blitz della Polizia a Forlì e Ravenna negli ambienti anarchici

Nell'immagine il 'raid' all'Eni Store di Ravenna

BOLOGNA - Ha interessato anche Forlì e Ravenna l'operazione della Polizia di Bologna che mercoledì mattina ha effettuato una sessantina di perquisizioni nei confronti di esponenti dell'ala anarco-insurrezionalista del movimento anarchico. I provvedimenti sono eseguiti nell'ambito di un'inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica bolognese, svolta dalla Digos del capoluogo felsineo e dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione.

 

>RAID VANDALICO A RAVENNA, LE FOTO (Rafotocronaca)

 

Nell'operazione nei confronti di attivisti anarco-insurrezionalisti frequentatori del circolo bolognese 'Fuoriluogo' la Digos di Bologna ha eseguito 12 misure cautelari: 5 sono le persone arrestate, mentre altre 7 sono state colpite da provvedimenti di obbligo o divieto di dimora. Le misure sono state chieste dalla Procura felsinea nell'ambito di una complessa attivita' d'indagine che ipotizza il reato di associazione per delinquere aggravata dalla finalita' eversiva.


I magistrati ha infatti individuato una struttura associativa che ritiene responsabile di numerose azioni delittuose commesse nel capoluogo emiliano ed in altri centri. E' stato inoltre eseguito il provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di un esponente anarchico in relazione all'attentato perpetrato ai danni della sede Eni di Bologna il 29 marzo scorso con l'utilizzo di quattro ordigni esplosivo-incendiari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -