Terrorismo, lettere minatorie indirizzate a Bassolino e Iervolino

Terrorismo, lettere minatorie indirizzate a Bassolino e Iervolino

NAPOLI – Il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, l' assessore regionale al Lavoro, Corrado Gabriele, l'assessore comunale all'Edilizia Pubblica, Felice Laudadio, l'assessore comunale al Patrimonio e al Demanio, Ferdinando Di Mezza, e il capogruppo regionale dei Ds Antonio Amato sono stati oggetto di minacce da presunti terroristi delle Brigate Rosse che hanno inviato una lettere contenente ciascuna un bossolo d'arma da fuoco.

La Digos, che si occupa delle indagini, ha confermato l'episodio, escludendo, però, che le missive siano state spedite tramite posta ordinaria da un gruppo terroristico eversivo. Secondo le prime indiscrezioni le stelle a cinque punte che compaiono nelle lettere sono state disegnate a mano senza alcuna sigla. Il contenuto, che richiama alla questione dei problemi sui rifiuti, sul lavoro e sulla disoccupazione, risulta esser identico e fotocopiato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In passato lettere simili, ma che non hanno legame alcuno con quelle odierne, furono spedite al cardinale di Napoli, l'arcivescovo Crescenzio Sepe, e ad alcuni membri dell'amministrazione locale. La grafia, il modo come la stella è stata disegnata, sono apparse differenti in una perizia calligrafica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -