Terrorismo, nuove Brigate Rosse: cresce l'attesa per l'interrogatorio di Rossin

Terrorismo, nuove Brigate Rosse: cresce l'attesa per l'interrogatorio di Rossin

MILANO – Proseguono le indagini relative alle nuove Brigate Rosse. La Polizia Postale sta analizzando il materiale informatico che è stato sequestrato ai componenti del Partito comunista politico militare.


La svolta potrebbe arrivare nel fine settimana quando Valentino Rossin, il postino di Abano Terme ritenuto il responsabile della custodia delle armi a Bovolenta, dovrebbe esser nuovamente ascoltato dal Pm Ilda Boccassini. ''E' un po' prematuro parlare di collaborazione'' ha dichiarato l’avvocato Gianmario Balduin. Già venerdì scorso, nel corso di un interrogatorio, Rossin si è comunque riservato di rispondere solo dopo essersi consultato con il suo difensore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle ultime ore, intanto, si sono diffuse le voci di altre persone iscritte nel registro degli indagati a Padova, ma la notizia non ha avuto ne conferme ne smentite.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -