Terrorismo, soldi per finanziare le 'Tigri Tamil': tre arresti a Bologna

Terrorismo, soldi per finanziare le 'Tigri Tamil': tre arresti a Bologna

Terrorismo, soldi per finanziare le 'Tigri Tamil': tre arresti a Bologna

BOLOGNA - Importante blitz anti-terrorismo in Italia. Tre arresti sono stati eseguiti a Bologna e quattro a Reggio Emilia nell'ambito di un'operazione nazionale condotta dalla Procura di Napoli contro l'organizzazione terroristica nota come "Tigri Tamil", un gruppo attivo in Sri Lanka con azioni anche violente volte ad ottenere l'indipendenza della parte settentrionale del paese.

 

Le tre persone fermate a Bologna hanno rispettivamente 23, 32 e 39 anni, sono regolari e integrati. Quest'ultimo, Suthakaran Subramaniyam detto 'Suta', custode di un'antica villa in via Paderno, era coordinatore dell'Emilia-Romagna per la raccolta fondi ed era in stretto contatto con un altro fermato, a Biella, che era il coordinatore dell'Italia del Nord.

 

Secondo quanto ricostruito dai magistrati, i fermati avrebbero imposto ogni mese il pagamento di somme di denaro ad altri connazionali dello Sri Lanka. I soldi venivano inviati in Svizzera, da dove venivano smistati fino allo Sri Lanka. Per tutti l'accusa è di associazione sovversiva a fini di terrorismo internazionale ed estorsione

 

La Liberation Tigers Tamil Edam, è un'organizzazione inserita dal 2006 nella lista dell'Unione Europea delle formazioni terroristiche. La sua nascita risale al 1972, quando sorse per rivendicare i diritti della minoranza tamil. Con azioni di guerra e violenze inaudite, hanno compiuto numerosi crimini nello Sri Lanka, anche utilizzando bambini-soldato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -