Tommasi-gate, sms al premier: "Abusi di potere"

Tommasi-gate, sms al premier: "Abusi di potere"

Tommasi-gate, sms al premier: "Abusi di potere"

Continuano le indagini sul filone napoletano del 'Bunga-Bunga'. Secondo quanto riportato da Repubblica negli atti compaiono 16 sms inviati da sara Tommasi al presidente del Consiglio. Sei contatti in entrata e in uscita Paolo Berlusconi, fratello del premier. Due con il ministro della Difesa Ignazio La Russa, due con l'europarlamentare del Pdl Licia Ronzulli. Nessuno di questi è indagato, nemmeno la Tommasi. Nelle intercettazioni sono citati Lele Mora, Giletti, Fabrizio Del Noce, Ronaldinho, Quagliarella.

 

Ma anche Gigi D'Alessio, la sorella di Belen Rodriguez, i figli del premier, Marina e Piersilvio. Sara Tommasi si sfoga: "Alla fine in questo lavoro ti vogliono spingere a diventare lesbica, no. Perché i potenti si elettrizzano quando vedono giochini a due e tre. Quindi vogliono che tu ti trovi una tua amichetta di giochi. Ma a me non piacciono le donne".

 

In un sms inviato a Bartolo, pregiudicato giulianese, la Tommasi si sfoga: "Ne te, ne Lele, ne Fabrizio (Lele Mora e Fabrizio Corona secondo gli investigatori) ne le markette K volevi farmi fare ne "il giro squallido di Marina Berlusconi K volevate farmi frequentare o dei festini privati".

 

Repubblica pubblica anche gli sms inviati al premier. Al premier, Sara scrive messaggi a volte d'amore, a volte di risentimento. A Natale un messaggio di "auguri, presidente". Qualche giorno più tardi, il 5 gennaio: "Amore, ti ho mandato un pensiero da Licia. Spero che tu capisca". Il 10 gennaio Sara appare furibonda: "Silvio, vergognati, mi hai fatto ammalare, paga i conti dello psicologo".

 

Un paio d'ore più tardi dal cellulare del presidente del Consiglio arriva uno squillo sul telefonino della soubrette. Che due giorni dopo, alle 4 del mattino del 12 gennaio, gli scrive: "Amore perdonami ho visto solo ora la tua chiamata. Ultimamente ho problemi con la linea telefonica. Se posso fare qualcosa... Bacio grande".

 

Trascorre una manciata di minuti e Sara scrive di nuovo: "Mi sei mancato tanto. Spero tu mi possa richiamare presto. Ti amo ancora sai?". E si firma: "Lady x". Nel pomeriggio di quello stesso giorno, Sara scrive: "Ma perché non mi metti dietro solo il Mora invece k le lesbike??". Risentimento che monta il 15 gennaio: "Spero k krepi kon le tue Troie". "Stai abusando di potere".

 

È il primo di un crescendo che, nelle ore successive vedrà partire verso l'utenza personale del premier ben nove sms 22.53: "Spero k il governo americano inizi a dare lustro a quello ignobile nostrano con i 10 requisiti di ammissione ad Harvard. La politica è una cosa seria".

 

Un minuto dopo: "Non una barzelletta come l'hai intesa tu". Venti minuti dopo: "10 requisiti per l'ammissione tra le fila dei parlamentari... tu indagato saresti già fuori. Hai capito?". Due minuti dopo: "Riprendi subito Ron (il riferimento è al calciatore del Milan Ronaldinho) nella tua squadra di merda o ti faccio escludere da Obama e dai grandi del mondo e dalla politica internazionale... se l'Italia è incapa".

 

Frase completata nell'sms successivo: "Incapace di ascoltare i segnali del Mondo". Trascorre qualche secondo e Sara affonda: "Ci vuole una buona reputazione per governare!! Anke tu fai festini Dinho deve tornare!". E subito dopo: "Stai abusando di potere". Fino all'ultimo sms: "Immeritato tra l'altro (sottinteso, evidentemente, il potere) vedi processi e quant'altro... ".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -