Tragedia in Campigna: muoiono due cercatori di funghi

Tragedia in Campigna: muoiono due cercatori di funghi

Tragedia in Campigna: muoiono due cercatori di funghi

CAMPIGNA - Due cercatori di funghi sono morti nel week-end sull'Appennino forlivese in circostanze ancora da chiarire con esattezza. Si tratta di Omero Conficoni, 72 anni, e Giovanni Campacci, di 62, i cui corpi senza vita sono stati trovati domenica mattina dopo una segnalazione arrivata ai soccorsi. Sul luogo della tragedia sono giunti anche i carabinieri di Santa Sofia e Pontassieve, nonché il soccorso alpino e i sanitari del 118 arrivati in elimedica.

 

Uno dei due sarebbe scivolato in una scarpata trascinando giù il compagno. Il punto preciso in cui è avvenuto il decesso si affaccia sul versante toscano di Campigna, nella zona di Borbotto e Cascata Piscine. Le ricerche sono iniziate sabato sera, in seguito all'allarme lanciato dai familiari dopo non aver visto rincasare i loro cari. Ma sono state sospese alcune ore più tardi con il calare delle tenebre. Alle prime luci dell'alba di domenica il tragico ritrovamento.

 

I due, secondo i primi rilievi, sarebbero stati ritrovati a circa 10 metri di distanza dopo un volo di 70 metri, non molto lontani da dove avevano lasciato la macchina. Entrambi molto conosciuti nel paese dell'alta val Bidente, in particolare 'Mero' per aver gestito un bar di Santa Sofia. I corpi sono stati trasportati nella tarda mattinata all'obitorio dell'ospedale "Nefetti" di Santa Sofia.

 

Conficoni lascia tre figli e la moglie, mentre Campacci, coniugato, due figli gemelli. Sul posto per le ricerche erano intervenuti i Vigili del Fuoco volontari di Civitella, quelli di Firenze, di Forlì e le squadre del soccorso alpino con le unità cinofile giunte da Reggio Emilia che hanno provveduto al recupero dei corpi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -