Tragedia sfiorata, cinque giovani intossicati dal monossido di carbonio

Tragedia sfiorata, cinque giovani intossicati dal monossido di carbonio

FORLI' - Il cattivo funzionamento di una caldaia. E’ questa la probabile causa della tragedia sfiorata mercoledì dopo le 18 in un’abitazione al quarto piano in via Liverani 14, a Forlì. Cinque giovani originari della Costa D’Avorio, quattro ragazze minorenni e un 20enne, sono rimasti intossicati da monossido di carbonio. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 che hanno trasportato i cinque all’ospedale di Ravenna, dove sono stati dichiarati fuori pericolo.


A dare l’allarme è stato il ventenne, che stava riposando in una stanza adiacente. Arrivato in cucina, il giovane si è accorto che le coinquiline stavano ormai perdendo conoscenza. A quel punto ha trovato la forza, nonostante la Co2 stesse ormai per prendere il sopravvento anche nei suoi confronti.


I feriti sono stati portati prima all’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì, quindi al “Santa Maria delle Croci” di Ravenna. Qui gli intossicati sono stati curati nella camera iberbarica e successivamente dichiarati fuori pericolo. Gli accertamenti per individuare le cause sono curati dai Vigili del Fuoco. Nel mirino una caldaia che sarebbe difettosa nonostante l’ultima revisione da parte dei tecnici risalirebbe a circa tre mesi fa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -